Ci troviamo di fronte ad uno degli esemplari più significativi almeno stando all’immagine degli ultimi anni.

Dal momento del suo ingresso ufficiale nel nostro quotidiano avvenuto nel 2002 l’euro, la moneta continentale, esperimento di primissimo piano delle nostre istituzioni comunitarie. Tagli particolari ad ognuno dei quali negli anni è stata destinata una sorta di missione. Monete celebrative, legate ad aventi particolari o a personaggi storici che hanno contraddistinto la storia di quel particolare paese. Ogni taglio insomma associato ad una particolare tipologia di celebrazione.

Monete rare
Adobe

Dal 2002 a questa parte, insomma, abbiamo assistito ad una continua e molto piacevole per i collezionisti o per i semplici appassionati del genere produzione di speciali esemplari commemorativi. Riferimenti ad eventi particolari o a personaggi che hanno caratterizzato la particolare storia di uno specifico paese membro della comunità europea. Nel caso specifico abbiamo visto come, in genere sia il taglio da 2 euro quello associato a questo tipo di celebrazioni. Monete quindi destinata per lo più a restare per quanto più tempo possibile impressa negli occhi e nella mente delle persone.

Nel caso specifico durante gli ultimi anni abbiamo visto numerose monete da 2 euro arrivare a valere tantissimi soldi proprio in virtù delle particolari “celebrazioni” riportate su una delle due facciate. Abbiamo visto il Principato di Monaco con la moneta dedicata alla commemorazione del venticinquesimo anniversario della morte della principessa Grace Kelly, coniata nel 2007 che oggi vale migliaia di euro. Abbiamo visto le monete celebrative dei singoli paesi dell’area euro, a ricordare proprio il fatidico evento comunitario, esempi che in qualche modo realisticamente si sprecano.

Monete, Giuseppe Verdi e quel taglio vincente: Giuseppe Verdi e quell’immagine che vale 1000 euro

Moneta 2 euro Giuseppe Verdi
Web

Nel 2013 in Italia si decide di celebrare il centesimo anniversario della nascita del compositore Giuseppe Verdi, uno degli artisti nostro connazionale più noti e stimati al mondo. Parliamo di un personaggio storico protagonista negli anni passati con il suo volto, i suoi tratti, anche di un’altra tipologia di rappresentazione. La banconota da 1000 lire. Nel caso del 2013 si sceglie di utilizzare la moneta da 2 euro come veicolo per la celebrazione in questione. Su uno dei due lati il volto del compositore con in basso le due date 1813-2013.

Nel caso specifico parliamo di una moneta che dal 2013 ha visto andare in produzione circa 10 milioni di copie, quindi in un certo senso parliamo di un esemplare più che popolare, qualcosa che fa parte in modo abbastanza marcato del quotidiano dei cittadini. Inizialmente quindi la sua valutazione media andava ad attestarsi sui 3,50 euro, poco più, quindi del valore nominale della stessa. Con il passare degli anni il discorso però è leggermente cambiato, giusto per utilizzare un eufemismo. La scarsa considerazione nei confronti di questa moneta è andata via via scemando lasciando spazio ad una presa di coscienza, in qualche modo da parte del mercato.

Ad un certo punto, quindi, considerando le relative condizioni di conservazione della moneta in questione badando chiaramente anche al passare degli anni, si è iniziato a rivalutare ogni aspetto di questa particolare rappresentazione su metallo, cosi tanto per utilizzare un termine diverso. Ad oggi, quindi, un esemplare del genere nel giusto contesto può arrivare a valere tranquillamente una cifra molto vicina ai 1000 euro. Qualcosa di incredibile a pensarci, qualcosa che probabilmente nessuno aveva messo in conto.

Piattaforme web, veri e propri siti internet che dedicano tutta la loro produzione al mondo del collezionismo offrono l’opportunità, oggi più che mai di fornire agli appassionati di tutto il mondo ogni tipo di informazione e servizio. Il web, il contesto fisico, lo scambio, l’acquisto, la vendita all’asta, tutto è concesso, tutto è possibile. Ovviamente si richiede sempre la massima attenzione provando a stare lontani da dubbi tentativi di vendita. Giuseppe Verdi e la sua moneta da 2 euro insomma esaltano questo mercato. I collezionisti di tutto il mondo apprezzano e provano a strappare un affare davvero molto interessante.