Da qualche anno le parole criptovaluta e token sono sulla bocca di tutti. Ma siamo davvero sicuri di sapere cosa sono realmente?

Pensare di scambiare una valuta non fisica attraverso la rete internet può sembrare un concetto complicato ma in realtà il processo è davvero molto semplice.

token cripto

Se le criptovalute sono il corrispettivo delle banconote, allora cosa sono i token? I token si comportano come i centesimi di euro e sono quindi delle unità di valore che possono essere trasferite da una persona ad un’altra.

Da un punto di vista meramente tecnico, un token cripto è una stringa di codice associata all’indirizzo pubblico del wallet di un utente di quella piattaforma o blockchain. Un wallet cripto è un particolare software progettato esclusivamente per interagire con le blockchain ed è il luogo dove vengono conservate tutte le criptovalute e i token di ogni singolo utente.

Cosa sono i token cripto

Contrariamente a quanto accade con gli scambi di denaro “vero”, scambiarsi criptovalute non comporta realmente un passaggio di valore da una persona ad un’altra.

In realtà tutto è gestito dalla blockchain che aggiorna le proprietà di determinati token con l’indirizzo del nuovo possessore. Quindi in realtà non sono i token a “muoversi” da un wallet ad un altro ma bensì vengono scambiati gli indirizzi che sono collegati a ciascun token.

È la blockchain a tenere conto di tutti i dati dei conti degli utenti, poiché essa stessa non è altro che un registratore digitale continuo che viene aggiornato continuamente sul numero di token e da chi sono detenuti.

Ogni token cripto è una stringa unica di codice non ripetibile, anche se la maggior parte di essi ad oggi viene tratta come uguale e intercambiabile. Immaginiamo ancora il paragone con le banconote. Ogni banconota porta con sé un numero di serie unico ma sono trattate come fossero tutte uguali e scambiate con un’altra di pari valore.

Un’altra differenza con i soldi “veri” è che nel mondo cripto non c’è bisogno di nessun libro mastro bancario tenuto da terze parti, governative o no, per tenere traccia dei conti dei singoli utenti. Tutte le informazioni relative ai conti di ogni singolo utente si trovano in maniera del tutto consultabile e trasparente sul libro mastro della blockchain, il ledger. Proprio per questa caratteristica tutte le criptovalute sono considerate forme di pagamento “decentralizzate”.

I token NFT

Gli NFT, non-fungible token, sono dei particolari token che in qualche maniera sfuggono alle regole classiche delle altre criptovalute scambiate sui vari exchange.

La principale differenza con una criptovaluta “normale” è che gli NFT non possono essere semplicemente scambiati, come fossero delle normali banconote a cui è attaccato un valore nominale. Il motivo risiede nell’unicità di ogni NFT, un qualcosa di unico (tangibile o non tangibile) che quindi possiede un valore mutevole.

Pensate di scambiare un dipinto di Michelangelo con una rara carta di Magic. Comprendete bene che entrambi posseggono dei valori differenti e si troverebbero su due mercati differenti, per questo motivo gli NFT non possono essere semplicemente scambiati.

Entra nel gruppo Cripto: nuovi lanci, token, news, rimani sempre aggiornato

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli:


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Negli ultimi mesi, un gran numero di brand e artisti famosi hanno abbracciato il mondo degli NFT riscuotendo un enorme successo. Con l’avvento del Metaverso che si fa sempre più reale, gli NFT giocheranno un ruolo fondamentale nell’introduzione ad un nuovo mondo interattivo e “vivibile”.