Quarta settimana di Marzo 2022. Diamo un’occhiata agli aggiornamenti più interessanti nel nascente mondo virtuale: il Metaverso.

Mentre Heineken ha lanciato una birra virtuale per prendere in giro lo spazio del metaverso, Accenture sta creando un nuovo gruppo aziendale per esplorare gli sviluppi di questo mondo virtuale. Nel frattempo, un istituto finanziario sudcoreano ha invitato i suoi dipendenti a formarsi sul metaverso.

novita investire nel metaverso

Ecco una carrellata di alcune delle notizie più calde del metaverso della settimana. Pronti? Via!

Aggiornamenti dal Metaverso parte 1: L’ex CEO della Disney Bob Iger si unisce al consiglio per l’avvio del Metaverso

Il metaverso è stato pubblicizzato come la “prossima grande cosa”. Sebbene questa affermazione sia oggetto di dibattito, ci sono già partecipazioni di alto profilo all’interno del metaverso. Ad esempio a Gennaio Microsoft ha acquisito Activision Blizzard a questo proposito.

Dopo 16 anni alla Disney, l’ex CEO e presidente Bob Iger sta facendo la sua personale incursione nel metaverso. Lunedì scorso Genies ha annunciato che Iger si sarebbe unito al suo consiglio e lo aiuterà “nella sua missione per consentire agli umani di creare i propri avatar“.

La società con sede a Los Angeles è popolare tra artisti del calibro di Jennifer Lopez, Rihanna e Lil Nas X. Secondo quanto riferito, la società controlla circa il 99% della quota di mercato degli avatar di celebrità, e ha Warner Music Group e Universal Music Group come suoi clienti .

Commentando la sua mossa, Iger ha detto:

Sono sempre stato attratto dall’intersezione tra tecnologia e arte e Genies offre opportunità uniche e avvincenti per sfruttare il potere di quella combinazione per abilitare nuove forme di creatività, espressione e comunicazione“.

Bob Iger è stato CEO della Disney dal 2005 al 2020 e si è dimesso dalla carica di presidente l’anno scorso.

Nel frattempo, il co-fondatore e CEO di Genies Akash Nigam ha dichiarato:

Crediamo che gli ecosistemi di avatar diventeranno le app mobile del web3. Una visione ambiziosa richiede una rara condivisione mentale e non riesco a pensare ad un creativo migliore di Bob con cui collaborare per portare tutto questo nella realtà“.

La stessa Disney si è mossa nello spazio dei token non fungibili (NFT), lanciando statue dorate digitali di personaggi Disney iconici.

Aggiornamenti dal Metaverso parte 2: Heineken prende in giro la Metaverse-Mania con la “prima birra virtuale al mondo”

Meta(foricamente) fresca. Provala ora in Decentraland #ExtraFResh.

Così esordisce Heineken con un tweet improvviso. Il gigante della birra olandese fa il suo debutto nel metaverso con quella che ha affermato essere “la prima birra virtuale al mondosu Decentraland. La mossa non è altro che uno scherzo.

Soprannominata “Heineken Silver”, la birra sarà disponibile solo presso il birrificio metaverse dell’azienda in Decentraland. Heineken ha invitato vari giornalisti ad assistere al lancio della sua birra virtuale, aggiungendo in seguito che gli ospiti avrebbero ricevuto una sorpresa a base di “aragosta pixelata e caviale” durante l’evento di lancio.
Secondo il gigante della birra, l’idea alla base della birra virtuale è quella di prendere in giro “noi e molti altri marchi” che sono saliti sul carro del metaverso.

Descrivendo gli ingredienti di Heineken Silver, la società ha affermato che è fatta con “i pixel più freschi: niente malto, niente luppolo, niente lievito, niente acqua e anche niente birra“. Anche se bere una birra virtuale può tornare utile in un ambiente di gioco, Heineken crede che alcune cose si godano meglio nella vita reale e le birre sono sicuramente una di queste.

Sebbene Heineken abbia prodotto la prima birra-metaverse al mondo, Miller Lite ha avuto l’onore di aver aperto il primo bar virtuale il mese scorso.

La mossa di Heineken può essere visto come puro marketing. L’azienda ha promosso la birra virtuale con l’hashtag #awesomeheinekenmarketingstunt.

Aggiornamenti dal Metaverso parte 3: Accenture crea un nuovo gruppo aziendale per esplorare il mondo digitale

Sebbene Heineken consideri la mania del metaverso nient’altro che una moda passeggera, Accenture ha creato un nuovo gruppo di esperti per esplorare gli sviluppi nel settore. Facendo riferimento a un post su LinkedIn di Paul Daugherty, Group Chief Executive/Technology and Chief Technology Officer di Accenture, la società ha così twittato venerdì:

Il metaverso sta generando clamore, eccitazione, confusione e scetticismo e molte organizzazioni stanno adottando un approccio paziente. Ma, come dice il nostro Paul Daugherty, procrastinate a vostro rischio e pericolo.

La nuova unità, denominata Accenture Metaverse Continuum, sarà guidata da Paul Daugherty insieme a David Droga, CEO e creative chairman di Accenture Interactive.

La nuova unità è stata presentata insieme al rapporto “Tech Vision 2022” basato su un sondaggio su oltre 4.600 aziende e leader tecnologici sparsi in 23 settori in 35 paesi. Secondo il rapporto, oltre il 70% dei dirigenti è fiducioso che il metaverso avrà un impatto positivo sulla propria organizzazione. Il 42% concorda sul fatto che sarà una rivoluzione. Daugherty ha detto:

La prossima generazione di Internet si sta già sviluppando, e guiderà una nuova ondata di trasformazione digitale molto più grande di quella che abbiamo visto fino ad oggi, trasformando il modo in cui tutti noi viviamo e lavoriamo. La nostra visione del metaverso sfida le visioni più ristrette ed evidenzia perché le organizzazioni devono agire oggi o trovarsi a operare in mondi progettati da, e per, qualcun altro“.

Accenture ha già un proprio metaverso chiamato The Nth floor in cui i dipendenti partecipano all’apprendimento immersivo, alla socializzazione e all’orientamento per nuove assunzioni. L’azienda prevede che 150.000 o più nuovi assunti lavoreranno nel metaverso già dal primo giorno. Daugherty ha aggiunto:

Mentre il confine tra la vita fisica e digitale delle persone si sta ulteriormente sfumando, le organizzazioni hanno ora l’opportunità e l’obbligo di costruire un metaverso responsabile, affrontando questioni come la fiducia, la sostenibilità, la sicurezza personale, la privacy, l’accesso e l’uso responsabili, la diversità e altro ancora. Le azioni e le scelte che fanno oggi prepareranno le basi per il futuro“.

Aggiornamenti dal Metaverso parte 4: American Express esplora Metaverse Business

American Express ha depositato una serie di domande di marchio presso l’Ufficio brevetti e marchi degli Stati Uniti, suggerendo un possibile ingresso nel metaverso.

Secondo le domande presentate mercoledì, la società fornirà “servizi di concierge virtuale” collegati alle transazioni con carta di credito “nel metaverso e in altri mondi virtuali“. La principale società di carte di credito vuole esercitare servizi bancari nel metaverso.

Da quando Facebook ha cambiato il suo nome in “Meta” in ottobre, tante aziende hanno abbracciato questa visione. Nella scena finanziaria, il colosso bancario statunitense JPMorgan ha recentemente lanciato la sua lounge virtuale in Decentraland.

Aggiornamenti dal Metaverso parte 5: Shinhan Card invita i dipendenti ad istruirsi sul mondo virtuale

Un istituto finanziario sudcoreano vuole che tutti i suoi dipendenti siano al top quando si tratta del metaverso.

Venerdì scorso la filiale delle carte di credito di Shinhan Financial Group ha rivelato che tutti i suoi dipendenti esploreranno il metaverso di Gather.town per conoscere l’utilizzo dei dati nelle operazioni aziendali.

Come parte del processo di apprendimento, i dipendenti sono tenuti a completare le missioni nel metaverso per comprendere meglio il nuovo obiettivo dell’azienda di essere “più amichevoli, più sicuri, più creativi“.

La scorsa settimana, la Shinhan Bank ha rilasciato una versione beta del proprio metaverso. Diventa così il primo grande istituto finanziario della Corea del Sud a lanciare una piattaforma metaverse.

La Corea del Sud è stata piuttosto ricettiva al metaverso ed alle criptovalute. Il governo cerca di diventare il quinto paese più grande nel mercato globale del metaverso entro il 2026. Anche il presidente della Corea del Sud, Yoon, è stato pubblicizzato come cripto-friendly.
Entro il 2026, la Corea del Sud vuole avere 40.000 professionisti e 220 aziende specializzate nella tecnologia del metaverso.

Aggiornamenti dal Metaverso parte 6: HSBC vuole acquistare una terra virtuale su The Sandbox

HSBC potrebbe chiudere alcuni dei suoi rami fisici, ma ciò non è sufficiente per impedirgli di sfruttare la frenesia del metaverso.

La scorsa settimana, il colosso bancario ha rivelato la sua intenzione di chiudere 69 filiali. Successivamente la banca con sede a Hong Kong ha acquistato un terreno su The Sandbox per una somma non rivelata. Clicca qui per leggere il Tweet di The Sandbox.

HSBC è una delle più grandi banche europee, con un patrimonio totale di oltre $2,4 trilioni di dollari. Secondo quanto riferito, il colosso finanziario promuoverà l’alfabetizzazione finanziaria su The Sandbox attraverso esperienze gamificate. HSBC lavorerà con i suoi partner sportivi, gli ambasciatori del marchio e i marchi Animoca per co-creare esperienze “educative, inclusive e accessibili“.
Suresh Balaji, Chief Marketing Officer, di HSBC, ha dichiarato:

Il metaverso è il modo in cui le persone sperimenteranno il Web3, la prossima generazione di Internet, utilizzando tecnologie immersive come la realtà aumentata, la realtà virtuale e la realtà estesa. In HSBC, vediamo un grande potenziale per creare nuove esperienze attraverso piattaforme emergenti, aprendo un mondo di opportunità per i nostri clienti attuali e futuri e per le comunità che serviamo“.

Nel frattempo, parlando della sua visione per il metaverse banking, il CEO statunitense di The Sandbox, Mathieu Nouzareth, ha detto ai giornalisti:

L’alfabetizzazione finanziaria è un grosso ostacolo alla costruzione di futuri finanziari più sani ed equi. La componente di gioco di The Sandbox è ideale per coinvolgere clienti e curiosi su importanti concetti finanziari in un modo interessante e nuovo“.

Dando un’occhiata alle dashboard di analisi NFT di Nansen, si evince che c’è un aumento costante del numero di proprietari di terreni NFT in The Sandbox. Titolari che non hanno venduto un singolo NFT da quando lo hanno acquistato (diamond hands). Un certo gif.eth possiede 1.697 NFT di terra Sandbox.

Nansen The Sandbox
(fonte: Nansen)

Aggiornamenti dal metaverso parte 7: Bored Ape Yacht Club venderà terreni virtuali nel metaverso

La collezione NFT Bored Ape Yacht Club (BAYC) sta spingendo il suo successo nel mercato dei terreni virtuali nel metaverso. Secondo il The Block Yuga Labs, il marchio dietro la popolare collezione NFT, sta pianificando di vendere terreni virtuali come prima fase della sua espansione nel metaverso.

Vogliamo costruire qualcosa che espanda l’universo di BAYC, che inviti la community NFT (coloro che hanno pagato per aderire al BAYC) a unirsi“.

Secondo la lettera di offerta presentata agli investitori, Yuga Labs rilascerà 200.000 lotti agli acquirenti, distribuiti su due vendite a marzo e agosto di quest’anno. L’azienda punta a circa 178 milioni di dollari per ogni round (comprese le vendite sul mercato secondario).

Yuga Labs manterrà per sé una parte delle terre virtuali. Secondo quanto riferito, anche Animoca Brands, la società madre di The Sandbox, sta co-sviluppando un videogioco con Yuga Labs.

L’11 marzo, BAYC ha acquisito una partnership con Animoca. Non siano stati rivelati ulteriori dettagli.

Giovedì scorso, la società ha lanciato ApeCoin, un token digitale che può essere rivendicato dai titolari di Bored e Mutant Ape Yacht Club. Il token, lanciato da ApeCoin DAO, ha chiaramente legami con il franchise BAYC.

Nel frattempo, Animoca ha anche twittato che ha intenzione di entrare nell’universo BAYC:

Animoca Brands è entusiasta di annunciare che adotteremo ApeCoin per il progetto segreto che stiamo sviluppando con Bored Ape Yacht Club“.