Monete che da sole possono valere una intera collezione. Esemplari unici che non possono essere paragonati a quelli comuni.

La storia di certe monete si caratterizza unicamente a causa di tratti molto particolari che fanno in modo di portare l’esemplare in questione letteralmente sulla cresta dell’onda. Sappiamo benissimo quali possono essere i fattori determinanti al fine di avere tra le mani un vero e proprio tesoro. Numerosi sono i tratti capaci di trasformare il destino di una particolare monete. I collezionisti di tutto il mondo sono più che attenti a queste piccole situazioni che non possono fare altro che creare vantaggi ai fortunati possessori della versione in questione.

Monete
Adobe

Quando parliamo di valore di una moneta facciamo riferimento in pratica a quello che oggi a distanza di pochi anni o molti decenni è riuscita a trasmettere la moneta stessa. Parliamo di ciò che ha dato ai cittadini, agli esperti, ai collezionisti, una visione globale insomma. Come questa particolare moneta ha inciso lungo il suo percorso per certi versi. Sappiamo benissimo che proprio ad incidere sono in effetti particolari fattori, tra questi troviamo senza alcun dubbio la data di conio ed il contesto sociale e politico in cui la moneta è stata per l’appunto prodotta.

Di conseguenza ci interessa sapere cosa c’era in quel paese nel momento in cui si è data alla luce la moneta in questione. Magari una immagine particolare riprodotta, una data celebrazione, perchè, come mai proprio quella rappresentazione. Infine possiamo addirittura trovare degli errori di conio, veri e propri difetti insomma che vanno a rendere paradossalmente unico l’esemplare in questione. Con il passare degli anni chiaramente quei fattori stessi vanno ad incidere ancora di più proprio sul valore della versione in questione e allora il discorso in un certo senso ed in alcuni casi si fa davvero serio.

Monete, con questa moneta tra le mani tutto è risolto: i difetti di conio più preziosi della storia

Moneta sbagliata carabinieri

Nel caso di errori di conio ci troviamo di fronte a vere e proprie rarità che scaturiscono di fatto da errori umani. Spesso gli esemplari coniati per errori vengono distrutti ma quasi sempre succede che un numero particolare di essi scampi alla cosa per essere immesso sul mercato. Numerosi sono i casi di pezzi coniati per errore con grossolani difetti. Chiaramente bisogna sempre fare una distinzione tra monete con errori di conio e false riproduzioni. Il web è pieno di falsi utili per truffare il prossimo, di fatto. Farsi consigliare da un esperto del settore resta la scelta migliore in ogni caso.

Tra le monete di cui sopra troviamo di sicuro quella dedicata all’arma dei carabinieri dal valore nominale di 2 euro con un enorme errore di conio su una delle due facciate. Il suo valore è al centro di numerose riflessioni da parte dei collezionisti più esperti. C’è poi un particolare esemplare da 50 centesimi con un altro errore in bella mostra ed una valutazione in alcuni casi molto vicina ai 18mila euro. La più famosa è di certo la 500 lire datata 1957 con le tre caravelle. Parliamo di un pezzo praticamente storico.

Una delle vele è infatti riprodotta per errore, di fatto, controvento. Parliamo di un esemplare che oggi può valere tranquillamente intorno ai 12mila euro. Monete che in qualche modo hanno saputo sfruttare un difetto e farne una virtù. Pezzi unici che hanno fatto la fortuna dei collezionisti che hanno saputo custodirli anche quando magari valevano molto poco. Oggi invece, molte di queste stesse monete sono letteralmente esplose. I collezionisti di tutto il mondo continuano a contendersi questi esemplari, per arricchire la propria raccolta e renderla di fatto unica.

Errori che fanno ricchi, che danno prestigio, che mettono quella versione particolare in cima a tutte le altre. Il resto è storia, il resto è passione. Da ogni parte del mondo, dunque, è caccia spietata all’errore.