Quando pensiamo di sapere tutto su una particolare moneta ecco il dettaglio che rivoluziona ogni concezione.

Monete che di colpo ci rimandano con la mente ad epoche lontane quasi dimenticate, monete che riescono in un solo colpo, in una sola immagine a renderci testimoni inconsapevoli di ciò che nemmeno conoscevamo fino in fondo. Oggi il web ed un mercato che sempre chiede di restare vivo con nuovi e continui spunti, nuove valutazioni ed una immagine di se in continua evoluzione. Oggi collezionare monete è diventato qualcosa di estremamente complesso viste le tante dinamiche in gioco.

Monete lira
Adobe

Quante volte abbiamo potuto confrontare valutazioni di monete o anche banconote con la nostra idea di tali esemplari. Spesso tali prezzi, tali considerazioni da parte degli esperti ci trovano assolutamente esterrefatti. Ciò che immaginiamo possibile riferendoci a particolari elementi che caratterizzano la vita stessa di una particolare monete spesso è travolto dalle stesse dinamiche di cui sopra. In positivo o in negativo comprendiamo dunque che questo particolare settore è divenuto oggi molto particolare ed estremamente complesso.

Oggi la numismatica e di conseguenza il suo mercato ha a disposizione alcuni elementi che prima per forza di cose nemmeno potevano essere immaginati. Il web, la possibilità per i collezionisti di fare la conoscenza di sempre nuovi esemplari, di conoscere sempre più informazioni su di essi e di conoscerne in tempo reale valutazioni e caratteristiche particolari. Sempre più collezionisti oggi si avvicinano a questo incredibile mondo. Oggi la conoscenza dei vari esemplari che il mercato quasi quotidianamente propone è molto più concreta e veritiera rispetto a ciò che si poteva in qualche modo vivere come tipologia di esperienza soltanto pochi anni fa.

Monete, la scritta “prova” vale una casa nuova: la vecchia 100 lire ed il suo piccolo prezioso universo.

100 lire Minerva
Adobe

Tra i pezzi, gli esemplari più preziosi di sempre troviamo senza dubbio il “dollaro capelli fluenti” datato 1794. In questo caso specifico parliamo della moneta più costosa almeno per quel che riguarda un’asta pubblica. Nel 2013 infatti presso la Stack’s Bowers Galleries di New York City l’esemplare è stato battuto per ben 10milioni di dollari, una cifra chiaramente incredibile ed apparentemente fuori da ogni logica. Anche nel nostro paese, però, spesso alcuni esemplari arrivano a toccare vette altissime, cifre, valutazioni assolutamente inimmaginabili dai più. Esemplari che anni prima magari nemmeno si consideravano. Uno dei casi più eclatanti è rappresentato dalla moneta da 100 lire definita Minerva.

Parliamo, in questo caso di un esemplare risalente al 1954, un caso eclatante, unico nel suo genere per una serie di particolari dinamiche. L’esemplare in questione è  tra l’altro caratterizzato dalla scritta “prova” su una delle facciate. Una moneta che secondo gli esperti del mercato collezionistico, oggi, potrebbe arrivare a valere anche 200mila euro, parliamo dunque di una cifra fuori da ogni logica, almeno da quelle abitualmente considerata. Arrivare ad una valutazione del genere non è certo semplice, bisogna considerare cosi come specificato una serie di fattori.

Il più importante è certamente rappresentato dalle condizioni di conservazione della moneta stessa. Il cosiddetto fiore di conio insomma. In quel caso specifico allora la valutazione arriverebbe alle stelle. Consideriamo dunque la possibilità di poter trovare questo esemplare praticamente ovunque. Persino in casa nostra. Tra vecchi oggetti, magari in qualche vecchio capo d’abbigliamento. Parliamo di possibilità affatto remote. Esemplari del genere rappresentano in qualche modo la storia del nostro paese e chissà se qualche volta non ci è addirittura capitato

Entra nel gruppo Cripto: nuovi lanci, token, news, rimani sempre aggiornato

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli:


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Monete che hanno in qualche modo caratterizzato e fatto la storia del nostro paese. Monete che fino all’ultimo hanno rappresentato la vecchia lire fino all’incrocio con l’euro, fino alla sua messa in circolazione ufficiale avvenuta nel 2002. La 100 lire Minerva rappresenta l’Italia, la sua recente quotidianità, il recente trascorso. La sua valutazione oggi può risultare da brividi e noi abbiamo il dovere, ancora oggi di provare a cercarla ovunque.