Non smette di sorprendere il mondo degli Nft. Stiamo parlando dell’acronimo di Not Fungible Token. Siamo di fronte ad un coin, una sorta di gettone, che certifica proprietà collegate ad oggetti di enorme valore, per lo più digitali.

Non è semplice seguire le evoluzioni della new economy. In una sorta di effetto domino, il mondo delle criptovalute ha aperto la porta ad un altro micromondo, incredibilmente vasto, quello degli Nft.

NFT collezioni prezzi classifica

Ne abbiamo già parlato ampiamente in questo articolo, spiegando precisamente di cosa si tratta. In questo momento siamo di fronte a un vero mercato dai livelli record per quanto riguarda le vendite. Non sembra infatti volersi arrestare il boom di oggetti, prevalentemente legati a giochi digitali o manufatti artistici, sempre digitali, che vengono associati appunto agli Nft.

Nft: 22 miliardi di introiti in un solo anno, cifre pazzesche

Un volume spaventoso, che ha sorpreso finanche gli esperti del settore. 22 miliardi di introiti solo nell’ultimo anno. Nft, o appunto token non fungibili, possiedono la loro caratteristica principali nell’essere oggetti unici, in serie limitata o addirittura introvabili.

Ciò che lascia attoniti è che la gente non si appassioni così tanto a un quadro, un gioiello o un orologio, bensì a giochi digitali con protagonisti gattini, pupazzetti, personaggi divertenti, che attraverso la tecnologia mutano nelle forme e nei colori.

Iscriviti a Crypto.com e ricevi subito $25 come BONUS di benvenuto

Nft: altro che quadri o gioielli, ecco l’arte digitale

Sarà la ricerca della libertà assoluta, sarà che l’arte assume forme sempre diverse, sarà che i tempi sono cambiati e che il pubblico non si emoziona più solo davanti a un quadro di Leonardo da Vinci.

Mettiamoci poi che il mondo delle Nft è collegato a filo doppio a quello delle criptovalute, visto che parliamo di token e di blockchain, argomenti che non sono più così incomprensibili per la maggior parte delle persone ma sono entrati di diritti nel linguaggio comune.

Gli NFT utilizzano la tecnologia blockchain per mantenere un registro digitale della proprietà, simile appunto alle criptovalute. Sono stati lanciati per la prima volta su ethereum, la stessa blockchain che supporta la criptovaluta ether e la maggior parte degli NFT può ancora essere acquistata solo utilizzando ether.

Ed eccola la classifica degli oggetti in Nft più venduti, con ricavi davvero notevoli.

5. Gatti Fantastici. Valore di vendita attuale: 4,5 milioni di dollari. Venduti: 148. 10mila gatti assemblati casualmente con la possibilità di essere vestiti e colorati con circa 300mila opzioni diverse.

4. Scarabocchi. Valore di vendita attuale: 5,4 milioni di dollari. Venduti: 144. Anche questo è un gioco digitale.

3. Sandbox. Valore di vendita attuale: 7 milioni di dollari. Venduti: 606. The Sandbox è una piattaforma UGC-voxel guidata dalla comunità in cui gli utenti possiedono la loro LAND e ospitano la loro magia creativa.

2. Annoiato Ape Yacht Club. Volume delle vendite in 7 giorni: 36,3 milioni di dollari. Venduti: 484. BAYC è una raccolta di 10.000 Bored Ape NFT, oggetti da collezione digitali unici che vivono sulla blockchain di Ethereum. Il tuo Bored Ape funge anche da tessera associativa allo Yacht Club e garantisce l’accesso ai vantaggi riservati ai membri.

1. Cripto Punk. Volume delle vendite in 7 giorni: 370 milioni di dollari. Venduti: 57. 10.000 personaggi collezionabili unici con prova di proprietà archiviata sulla blockchain di Ethereum. Il progetto che ha ispirato il moderno movimento CryptoArt.