La Russia “non può e non vuole” usare le criptovalute per eludere le sanzioni perché le blockchain sono consultabili pubblicamente, la Russia di Putin sembra messa all’angolo anche dal mondo web3

Un esperto afferma che le criptovalute sono “inutili” per eludere le sanzioni a causa della trasparenza fornita dai registri pubblici, unita alle capacità analitiche delle società di intelligence blockchain.

Russia putin non puo usare bitcoin criptovalute eludere sanzioni ucraina

La Russia “non può e non vuole” utilizzare le criptovalute per eludere le sanzioni, ha affermato un noto avvocato russo.

Russia e criptovalute

Jake Chervinsky, capo della politica della Blockchain Association, ha affermato che tali preoccupazioni sono “totalmente infondate”. In un dettagliato thread su Twitter, ha affermato che “i mercati delle criptovalute sono troppo piccoli, costosi e trasparenti per essere utili per l’economia russa“, aggiungendo: “I mercati delle criptovalute non offrono soluzioni a noi convenienti in quanto le coppie di scambio con i rubli sono poche. Con la Russia tagliata fuori dall’industria mondiale delle criptovalute, non possono reperire una liquidità sufficiente per avere importanza“.

Chervinsky ha continuato descrivendo le criptovalute come “inutili” per l’evasione delle sanzioni. Questo a causa della trasparenza fornita dai registri digitali pubblici, unita alle capacità analitiche delle società di intelligence blockchain.

Alcuni funzionari degli Stati Uniti hanno affermato di non essere eccessivamente preoccupati per le risorse digitali che “minano lo sforzo per soffocare l’accesso del Cremlino al capitale. Questo perché riciclare ingenti somme di denaro attraverso le criptovalute è “costoso, richiede molto tempo e sarebbe probabilmente visibile nel mercato delle criptovalute“.

Chervinsky ha aggiunto che la strategia principale di Putin consiste nel diversificare le riserve russe in yuan e oro. E dato che al paese è stato ora impedito di utilizzare il sistema interbancario SWIFT, potrebbe rivolgersi a un’alternativa cinese per facilitare i trasferimenti internazionali.

Iscriviti a Crypto.com e ricevi subito $25 come BONUS di benvenuto

Russia: è caos totale

Questa analisi è in linea con le opinioni di altri esperti di criptovalute, con Ari Redbord della società di intelligence blockchain TRM Labs che dice ad Al Jazeera:

La Russia non può utilizzare le criptovalute per sostituire le centinaia di miliardi di dollari che potrebbero essere potenzialmente bloccati o congelati“.

Un potenziale svantaggio maggiore a seguito di queste sanzioni economiche potrebbe essere una diminuzione del potere del dollaro USA. Uno scenario altrettanto possibile è quello che vede la Russia abbracciare lo yuan digitale in futuro. Spesso i paesi soggetti a sanzioni economiche punitive hanno utilizzato le criptovalute come misura di evasione in passato. Secondo le Nazioni Unite, la Corea del Nord ha accumulato miliardi di dollari prendendo di mira gli exchange di criptovalute con attacchi hacker.

Sebbene gli esperti ritengano improbabile che si verifichi una ripetizione di questo avvenimento dal Cremlino, l’amministrazione di Joe Biden sta comunque esortando gli exchange di criptovalute a garantire che blocchino tutte le transazioni tentate da individui e organizzazioni soggette a sanzioni. I principali exchange, tra cui Binance, Coinbase e Kraken, hanno confermato che rispetteranno queste richieste.