Il noto marchio di abbigliamento Puma ha cambiato il suo nome su Twitter in Puma.eth dopo l’acquisto del dominio ENS e pianifica grandi cose per i clienti.

L’interesse dell’azienda nei confronti del mondo blockchain non finisce qui. Dopo l’acquisto di vari NFT con protagonisti dei gatti, l’azienda è pronta a buttarsi sugli NFT e e il metaverso.

puma cambia nome eth nft metaverso

Con l’acquisto del dominio Ethereum Name Service (ENS), il famoso marchio tedesco ha registrato il suo nome per poter vendere la sua collezione di NFT (Non-Fungible-Token), cambiando inoltre il nome sul profilo Twitter in Puma.eth.

Come abbiamo visto già nelle scorse settimane, anche i marchi concorrenti di Puma sono entrati a gamba tesa nel mondo delle blockchain con diversi progetti per il metaverso e i propri NFT.

Puma, gli NFT e il metaverso

Nike, ad esempio, ha stabilito una partnership con RTFKT per l’introduzione della propria collezione di NFT all’interno del metaverso a dicembre dello scorso anno. Adidas, in collaborazione con partner come GMoney, Punk Comics e BAYC, ha guadagnato quasi 24 milioni di dollari dalla collezione di NFT denominata “Into the Metaverse“.

Dal cambio di nome su twitter in Puma.eth, l’azienda tedesca è schizzata al 13° posto nella classifica degli account .eth più seguiti, su Twitter. A comandare la classifica troviamo nomi di celebrità che non ci saremmo aspettati. Uno fra tutti il famoso centro dei Los Angeles Lakers degli anni ’00, Shaquille O’Neal, che è diventato uno dei business man più importanti sulla scena.

Un altro nome è quello della famosa modella e cantante Paris Hilton, anche lei in vetta alla classifica dei nomi .eth più seguiti su Twitter. Anche il famoso marchio di birra Budweiser non è voluto rimanere indietro nella corsa al nuovo mondo e già lo scorso anno aveva acquistato il suo dominio ENS su OpenSea al costo di 30 ETH.

Dopo la collezione di felini su OpenSea, Puma ha intenzione di espandere i suoi orizzonti oltre il mondo reale per cimentarsi nell’esperienza del metaverso. Per questo motivo nelle ultime ore è apparso un annuncio sul sito ufficiale dell’azienda in cui si ricercano le figure di Brand Associate Creative Director e Digital Culture Manager.