Il membro del consiglio di amministrazione di Telsa, Kimbal Musk, fratello del CEO Elon Musk, ha rilasciato delle dichiarazioni decisamente controverse.

Durante un’intervista con TechCrunch sul palco alla conferenza Ethereum Denver, che Tesla era “molto ignorante” circa l’impatto ambientale di Bitcoin quando ha annunciato l’anno scorso che avrebbe acquistato 1,5 miliardi di dollari di Bitcoin e criptovalute. Oltre consentire ai propri clienti di acquistare i veicoli della società con le stesse criptovalute.

kimbal musk elon tesla criptovalute bitcoin

“Non avevamo idea di quello che stavamo facendo quando abbiamo investito in Bitcoin -dichiara Kimbal Musk – non avevamo idea dell’impatto ambientale; non avevamo letteralmente alcuna conoscenza. Tutto quello che sapevamo era che sembrava un metodo intelligente per diversificare le attività e una solida riserva di valore”

“Naturalmente, non ci è voluto molto per ottenere un milione – non sto scherzando, forse un milione – messaggi che ci informano che cosa stavamo facendo per l’ambiente.”

Tesla, Bitcoin ed ecologia

Mentre Tesla “non necessariamente rimpiange” il suo acquisto Bitcoin, Kimbal Musk dice che spera che il più ampio settore blockchain può passare a infrastrutture più rispettose dell’ambiente.

“Non sono d’accordo con l’impatto ambientale di crypto, ma ammiro quello che compie.” Sul palco, Kimbal Musk ha dichiarato. “Quindi dobbiamo solo capire come farlo senza avere questo danno ambientale… semplicemente non è una scelta.”

L’acquisto di bitcoin da parte di Tesla ha scatenato un boost significativo sui mercati per la criptovaluta.

Elon Musk ha detto in un tweet lo scorso maggio: “Bitcoin e le criptovalute sono una brillante idea su molti livelli, e crediamo che abbia un futuro promettente, ma dovrà essere ad un costo sostenibile per l’ambiente”

“Tesla non venderà i propri bitcoin, e abbiamo intenzione di usarli per le transazioni, non appena il mining si sposta verso fonti di energia più rispettose dell’ambiente.”

Mentre ci sono ancora un sacco di informazioni mancanti su quanto la rete Bitcoin si basi su fonti di energia rinnovabile, è evidente quanto sia grande il consumo di energia della rete. Secondo l’energy tracker di Digiconomist, l’impronta energetica totale annualizzata delle operazioni di estrazione di Bitcoin è quasi raddoppiata dal tweet di Musk di maggio dello scorso anno.

Kimbal Musk è membro del consiglio di amministrazione di Tesla dal 2004.