Fidelity, gestore degli investimenti canadese, dichiara di guardare a Bitcoin, per migliorare i rendimenti più speculativi negli ETF

Fidelity

Fidelity Investments Canada, il primo servizio di custodia di bitcoin istituzionale regolamentato del paese, ha aggiunto un’allocazione di bitcoin a due dei suoi fondi negoziati in borsa All-in-One, una serie di ETF a basso rischio che cercano di fornire agli investitori esposizione a diversi asset, regioni, capitalizzazioni di mercato e stili di investimento. L’aggiunta cambierà il rating di rischio dei fondi a “medio”.

Fidelity ha dichiarato in un comunicato stampa martedì che la decisione di aggiungere l’esposizione bitcoin ai fondi All-in-One “è stata presa per i suoi vantaggi di diversificazione con il potenziale di migliorare i rendimenti aggiustati per il rischio in futuro”.

Cosa offre Fidelity e perchè l’attenzione verso Bitcoin

Il Fidelity All-in-One Balanced ETF offre agli investitori un’esposizione diversificata a diverse classi di attività in differenti regioni del mondo con un mix di fattori azionari del 60% e ETF a reddito fisso sistematici e gestiti attivamente per il 40%. Sebbene simile, l’ETF Fidelity All-in-One Growth ha una maggiore propensione al rischio e aumenta l’esposizione azionaria per cercare la rivalutazione del capitale attraverso una divisione rispettivamente dell’85% e del 15%.

L’allocazione di bitcoin viene effettuata tramite l’ETF bitcoin spot di Fidelity, il Fidelity Advantage Bitcoin ETF, lanciato a novembre dopo il mancato ottenimento dell’approvazione da parte delle autorità di regolamentazione per la quotazione di un fondo che investe direttamente in BTC nei mercati statunitensi. La Securities and Exchange Commission ha approvato gli ETF collegati a bitcoin in America lo scorso anno. Tuttavia, tali offerte investono in contratti future su bitcoin, il che significa che forniscono un’esposizione indiretta al bitcoin anziché diretta e comportano costi e limiti maggiori sul numero di contratti che può detenere per ogni mese.

Combattere l’inflazione: le strategie dei miliardari. Ecco cosa fare

Nonostante un lancio segnato da nuovi record, l’entusiasmo per gli ETF sui futures bitcoin è per lo più svanito. Questo perchè gli investitori si rendono conto che l’offerta potrebbe non funzionare come un vero e proprio indicatore di rialzo del prezzo di bitcoin. Alla fine di ottobre, il ProShares Bitcoin Strategy ETF (BITO) ha accumulato $ 1 miliardo di volume di scambi nel suo primo giorno. Per questo motivo è diventato l’ETF più veloce a raggiungere $ 1 miliardo già dal il giorno successivo.

I rumors

Recentemente si è diffusa la notizia che anche il primo ETF su Bitcoin ed Ethereum Futures dell’India potrebbe emergere tra poco. Se l’International Financial Services Center (IFSCA) lo permetterà.

Il braccio internazionale di BSE insieme a Kling Block Chain IFSC ha chiesto l’approvazione per il lancio di prodotti basati su risorse digitali presso il GIFT IFSC. L’exchange ha firmato un memorandum d’intesa con Kling Block Chain IFSC per esplorare e lanciare i prodotti.