Monete passate alla storia per il numero di errori presenti sulla propria superfice. Monete che valgono un tesoro.

Monete
Adobe

Quanto può valere un errore? Dipende certo dal campo in cui andiamo ad indagare. Se parliamo di monete o banconote, o anche di francobolli allora la storia ci insegna che un errore può valere davvero tanto. Piccoli errori di conio, o di stampa possono portare ad esemplari assolutamente unici, venuti fuori in ogni caso dalle sedi preposte alla “creazione” di quel particolare oggetto che con il tempo prendono ad acquisire valori sul mercato dei collezionisti assolutamente inimmaginabili. Gli esempi, in merito, potrebbero sprecarsi.

La fortuna di un appassionato, di un collezionista potrebbe rivelarsi proprio in uno di questi casi. Ritrovarsi tra le mani il giusto esemplare di moneta, magari condito da qualche errore di conio, ritrovato chissà, per caso da qualche parte. Oggi quell’esemplare potrebbe valere molti soldi, davvero tanti. Alcuni esempi di monete caratterizzati da certi fattori inizialmente considerati veri e propri difetti al giorno d’oggi valgono ad esempio molte migliaia di euro, e non è un caso se questo destino accomuna più o meno tutti gli esemplari coinvolti.

Monete rare, quando il difetto paga: ecco quanto può valere un esemplare “difettato”

Moneta 1 euro rara
Ebay

L’esperienza in se della moneta con errore di conio è per la verità molto rara, nel senso che spesso alcuni esemplari vengono addirittura portati alla distruzione. Alcuni esemplari però riescono quasi sempre a “sopravvivere” grazie a mani misteriose. Il risultato è l’immediata riproposizione degli stessi sul mercato praticamente infinito dei collezionisti. Di recente attraverso una delle più note piattaforme di commercio on line, “Ebay”, è comparsa una moneta da 20 cent di euro. Un errore di conio qua e la, l’autenticità, certo, scandita dalla descrizione del venditore ed un valore, almeno per quel che riguarda le richieste dello stesso proprietario pari a circa 20mila euro. Davvero tanti soldi insomma.

Monete, il taglio della vecchia lira che fa impazzire i collezionisti: un tesoro!

Uno dei casi più eclatanti, sempre comparso di recente sulla piattaforma di commercio on line “Ebay” è quello della moneta da 1 euro caratterizzata da una serie di grossolani errori. Mancanze, difetti che in questo caso, almeno stando alle intenzioni del venditore, portano ad un prezzo di eventuale cessione del bene assolutamente inimmaginabile. La moneta da 1 euro in questione, non presenta, infatti, la data di emissione, la “R”, marchio della Zecca di Roma. Presenti invece le stelle rappresentanti i paesi della comunità europea. Inoltre la zigrinatura sul bordo diversa dal solito, da uno dei classici esemplari, insomma, rappresenta una ulteriore caratteristica abbastanza unica.

Prezzo indicato per la moneta in questione su Ebay, 40mila euro. Parliamo di una cifra altissima, per la maggior parte dei collezionisti più che proibitiva. In ogni caso per chi fosse interessato ad approfondire un eventuale dialogo con il venditore si consiglia vivamente di rivolgersi nello stesso tempo ad esperti del settore che possano in qualche modo fornire ulteriori informazioni circa la moneta in questione. Lanciarsi nel vuoto, per cosi dire, potrebbe essere molto rischioso. La riflessione, in certi casi, è l’arma davvero vincente da sfoggiare, prima di provare a chiudere una eventuale trattativa per portare a casa un pezzo assolutamente raro nel suo genere.

ì