consumi italia (web source)
consumi italia (web source)

La crisi dell’Italia si nota soprattutto per quanto riguarda i Consumi: i dati economici sono davvero tragici per il tricolore.

consumi ue italia (web source)
consumi ue italia (web source)

In Italia la crisi innescata dall’emergenza sanitaria da Coronavirus ha costretto tutti ad un ridimensionamento delle proprie vite. Naturalmente negli ultimi dodici mesi, e anche qualcosa in più, sono diminuiti i consumi per far fronte a guadagni sempre minori.

Una conseguenza delle chiusure, del primo lockdown e delle diverse ondate del contagio che ha portato ogni Regione a vivere situazioni critiche, chi prima e chi dopo. Lo insegna la Sardegna passata in poco più di un mese da essere unica in zona bianca ad unica in zona rossa. I dati resi noti da Eurostat sono però critici per il Bel paese se confrontati con le altre realtà presenti. Scopriamo insieme il perché.

I dati che allarmano il Bel Paese

I consumi individuali per la popolazione italiana hanno subito una netta sterzata durante gli ultimi dodici mesi. Infatti, secondo quanto riportato da Eurostat, c’è stato un consumo pari 98,7 pro capite nel 2020, in diminuzione rispetto al 102,1 dell’annata precedente. E pensare che durante i primi anni 2000 la popolazione italiana poteva contare su un indice molto vicino alla quota 120.

In Europa i numeri sono migliori e soprattutto mettono in evidenza una situazione migliore rispetto al tricolore. Si tratta della prima volta che si verifica un episodio del genere da quando l’Unione Europea conta 27 Nazioni. Episodio quindi più unico che raro che si spera possa non verificarsi più. Andiamo a leggere però le statistiche nello specifico.

Leggi qui —-> Cashback: arriva la rivoluzione | la novità che profuma di stranezza

Approfondisci anche —> Dai reality all’ufficio stampa di Conte: quanto guadagna Rocco Casalino?

Leggi anche –> Spread Italia in calo: tutto cambiato con il premier Draghi

Italia sotto la media Ue

crisi (web source)
crisi (web source)

Infatti la media si attesta sulla quota 100 che in questo caso l’Italia sembra non ‘vedere’ proprio nelle statistiche totali. Andando a leggere i numeri reali, un italiano ha avuto consumi pari a 19.290 euro mentre in Europa la media è di 19.560.

Rispetto all’anno 2019 si sono quindi persi oltre 1.700 euro a fronte invece di una quota 1.000 di media per quanto riguarda l’Ue. Sul prodotto interno lordo possiamo invece notare come in Ue ci sia la Germania che cresce da 133, 2135,2. Per quanto riguarda l’Italia invece c’è una decrescita, da 95,2 92,8. Dati che testimoniano sempre più una crisi incombente ed una nazione, la nostra, che deve puntare per forza di cose ad uscirne nel più breve tempo possibile.