cashback (web source)
cashback (web source)

La grande rivoluzione del nuovo anno, il Cashback, potrebbe trovarsi di fronte ad una novità delle ultime settimane: ecco di cosa si tratta.

cashback (web source)
cashback (web source)

Si parla sempre di Cashback e delle tante novità per quanto riguarda il suo utilizzo. Questa modalità di pagamento è stata attivata dallo Stato per incentivare consumatori e attività commerciali a non utilizzare i contanti e quindi aumentando le transazioni controllate attraverso la carta di credito.

Il tutto mettendo in gioco diverse azioni per il risparmio e soprattutto un maxi sorteggio dal quale esce vincitori un consumatore che utilizza il Cashback ed un esercente commerciale. Molti però rischiano di essere esclusi, scopriamo insieme il perché.

La novità introdotta nelle ultime settimane

cashback (web source)
cashback (web source)

I nuovi risvolti per il Cash back potrebbero indurre il Governo a delle modifiche sull’iniziativa stessa. Ci sarebbero infatti alcuni furbetti da poter scovare e sanzionare. A cercare di arginare il fenomeno ci pensa il segretario del Mef, Durigon, con delle dichiarazioni e vere prese di posizione.

Il Mnistero punta infatti ad individuare i clienti che hanno effettuato 10 o più pagamenti elettronici in un unico store. A tal proposito il decreto potrebbe essere modificato molto a breve. Al momento solo lo 0,2% è stato scovato mentre difficile sembra poter migliorare la statistica.

Leggi qui –> Avete dove vive Adriano Celentano? Una villa da far invidia ai re | Il suo valore è da urlo

Leggi anche —> Quanto guadagna Maria de Filippi? Il suo patrimonio è impressionante

Leggi anche —> Dai reality all’ufficio stampa di Conte: quanto guadagna Rocco Casalino?

Tanta gente verrà eliminata

cashback (web source)
cashback (web source)

Gli utenti puntano a ottenere il rimborso del 10% fino a 1500 euro e soprattutto di poter avanzare nella classifica dei super cashback in maniera forzata.

All’interno dell’iniziativa ci sono però delle falle che vanno naturalmente ad influire sul risultato finale. Così non si può parlare di vere e proprie multe per chi trasgredisce. L’idea del Mef sarebbe quella di non contare i movimenti dalla seconda transazione in poi nello stesso Store. Altra idea sarebbe quella di ipotizzare un’espulsione permanente per gli utenti che sono trasgressori della stessa iniziativa.

I casi infine che si sono presentati a chi controllava i pagamenti sono risultati sospetti quando si è notato che molte persone effettuavano pagamenti risicati da un unico punto vendita.

Novità sono attese per quanto riguarda le prossime settimane su tutto il fronte del cashback che potrebbe riservare delle cattive sorprese per gli utenti che si comportano in maniera non corretta.