warren buffett

Il Bitcoin non è altro che una delusione, una specie di truffa capace di attirare a sé frotte di ciarlatani. Queste le dure considerazioni fatte dal celebre investitore Warren Buffett in una recente intervista. Secondo il guru della finanza ad alto rischio, il BTC sarebbe roba per falsi profeti, e non certamente un asset su cui valga la pena investire.

Ma a dire il vero questa non è la prima occasione in cui Buffett esprime considerazioni tutt’altro che lusinghiere nei confronti della criptovaluta: l’investitore più famoso al mondo, da tempo, ormai, esprime pensieri molto critici, se non addirittura vere e proprie scomuniche, nei confronti del Bitcoin e più in generale delle criptovalute. E ora che il BTC è quotato a 4000 dollari, cioè ad un valore ampiamente inferiore rispetto a quello che poteva vantarsi di avere anche solo un anno fa, ecco che Buffett è ancora più convinto delle sue opinioni. Oggi più che mai!

La posizione di Buffett sulle criptomonete è quindi nota e ben radicata. Secondo il suo parere, i Bitcoin avrebbero il destino segnato e questo loro destino sarebbe tutt’altro che prolifico: per quanto possano esserci parentesi di ossigeno, alla fine della fiera le criptovalute non potranno continuare a resistere, e tanto meno a farlo su basi solide.

Buffett però si è detto comprensivo nei confronti di quegli investitori che hanno provato a credere al BTC, investendoci sopra anche diversi soldi, ma al contempo ha aggiunto che nel Bitcoin non c’è del denaro vero. “Se andate a Wall Street, beh allora lì sì che c’è una gran quantità di denaro!”, ha detto sarcastico.

Tuttavia vale la pena precisare una cosa, e cioè che se è vero che Buffett ha opinioni molto negative sulle criptovalute, sulla tecnologia blockchain è molto più aperto alla discussione: a suo dire questa tecnologia ha elementi di validità che prescindono dalle crypto.