stellar

Nelle ultime 24 ore si è fortemente assottigliata la differenza che c’era tra Stellar e Binance Coin.

La criptovaluta sorella di Ripple continua a vivere una fase a dir poco idilliaca, raggiungendo ormai la bellezza di 2,2 miliardi di capitalizzazione azionaria, anche per merito dell’ultimo salto in avanti (+2,8%) fatto proprio una manciata di ore fa. Dopo settimane e settimane di difficoltà, dove sembrava che i timori e i rischi fatti propri dall’intero comparto avrebbero finito per penalizzare anche Stellar, all’improvviso c’è stato il colpo di coda. Tuttavia, ad eccezione di Stellar e Tether, queste ultime ore si son rivelate piuttosto ostiche per il mondo crypto.

Tra le vittime anche Binance Coin, la criptomoneta da molti definita come il Bitcoin del futuro: per lei la flessione è stata dell’1%, circa la metà rispetto al calo registrato invece da Bitcoin Cash, che nel fine settimana era riuscito a raggranellare 3 miliardi di capitalizzazione azionaria insieme a Litecoin ed Eos, tra le poche realtà ad essere rimaste saldamente sopra i 3 miliardi di market cap.

Per quanto riguarda Tether, la sua dinamica è stata oggetto di moltissime attenzioni. Nell’ultima giornata, infatti, Tether si è rivelata la moneta digitale più scambiata insieme al Bitcoin. La stablecoin, oggi nona in classifica con un market share di 2 miliardi, continua così a dare dimostrazione di avere le spalle larghe (probabilmente più di quanto ci si potesse immaginare!). Mai quanto il Bitcoin, però, che con i suoi 70,9 miliardi di capitalizzazione domina incontrastato la classifica delle criptovalute più popolari al mondo, seguito, come noto, da Ethereum e Ripple rispettivamente in seconda e terza posizione.