Iota
Iota

Lo sviluppatore Marlon Morales ha creato un sistema di pagamento rudimentale progettato per essere integrato nelle applicazioni o nei giochi e che utilizza la criptovaluta IOTA. Gli sviluppatori di giochi potrebbero usarla per consentire ai propri utenti di scambiarsi denaro o per pagare gli acquisti in-app.

Il sistema comprende un portafoglio in cui gli utenti possono archiviare i propri fondi e una modalità per inviare denaro all’indirizzo di un’altra persona. Lo strumento consente di farlo all’interno di un’applicazione o di un gioco. “Potrebbe funzionare su tutte le piattaforme Unity: Android, IOS, MacBook, Windows, WebApp, Playstation 4, Xbox e altro”, ha affermato Morales.

Per ora, l’interfaccia utente per il sistema è barebone. Si tratta di una scatola grigia, trasparente, composta con dei font di serie. Ma Morales ha intenzione di lavorare ancora sul design. I membri della comunità IOTA hanno dato il loro supporto e incoraggiato gli sviluppatori di giochi a considerare l’idea.

Anche se Morales potrebbe aver creato il primo sistema di pagamenti IOTA, altri nel settore blockchain stanno lavorando a progetti simili. Il mese scorso, gli sviluppatori della criptovaluta Nano hanno svelato un plug-in che aggiunge transazioni ai giochi creati utilizzando il popolare Unreal Engine 4.

Il sistema di Nano, il quale funziona in modo simile a quello di Morales, consentirebbe ai giocatori di ricaricare i portafogli crittografici e di utilizzarli nei giochi. All’epoca, Wesley Shillingford, sviluppatore senior di software presso Nano, dichiarò: “Un approccio simile potrebbe essere applicato in vari modi, come uccidere i boss o raccogliere cripto Nano come potenziamento per il livello”.

Il gioco Blockchain è uno dei casi di utilizzo potenziale tra i più entusiasmanti di questa tecnologia, ma chi sarà il primo a spaccare il mercato?