Litecoin

Litecoin
Litecoin

I Litecoin (LTC) sono delle criptovalute e grazie a loro è possibile guadagnarci sia acquistandole aspettando che il loro valore cresca, sia speculandoci in borsa, trattando queste monete virtuali come asset. Adesso però vediamo nello specifico cosa sono i Litecoin, come funzionano e quali sono le differenze con la più famosa tra tutte le criptovalute, le Bitcoin.

Cosa sono i Litecoin

I Litecoin sono monete virtuali, cioè non esistono fisicamente ma solo online. Come tutte le criptomonete anche i Litecoin si basano su un sistema decentralizzato, cioè non in mano a pochi ma in mano a tutti.

Litecoin si basa sulla tecnologia crittografata P2P, cioè la peer-to-peer e il sistema è open source. Essendo una moneta virtuale decentralizzata sfugge dal controllo dei potenti. Un po’ come la maggior parte delle criptomonete.

E’ nata nel 2011, perciò due anni dopo i Bitcoin. Litecoin è stata ideata da Charlie Lee, un ex dipendente di Google. Lee, laureatosi al Mit, dichiarò sin da subito che per la creazione della propria moneta si ispirò alle Bitcoin.

Ovviamente per non rendere la propria moneta virtuale solo una copia meno famosa dei Bitcoin, il cui creatore è ancora sconosciuto, Charlie Lee ha strutturato Litecoin in modo tale da superare sotto alcuni aspetti la sua concorrente nonché ispiratrice.

Differenze tra Litecoin e Bitcoin

Esistono quindi delle differenze tra queste due monete virtuali. Ed è importante che le conosciate se volete investire in questo mondo e state cercando di capire dove puntare.

Litecoin prima di tutto ha un tetto massimo superiore di 4 volte dei Bitcoin. Cosa significa? Possono essere prodotti “solo” 21 milioni di Bitcoin. Mentre di Litecoin 84 milioni.

Questo “4 volte di più” lo riscontriamo però anche nel mining. Uno degli svantaggi dei Bitcoin è proprio quello di essere particolarmente lento quando si parla di dover accettare e confermare le operazioni, si parla di una decina di minuti. Litecoin riesce a farlo in 2,5 minuti. C’è da dire però che esistono criptomonete che impiegano una manciata di secondi.

Come funzionano i Litecoin

I Litecoin non vengono prodotti da nessuna autorità. Praticamente sono le persone che si collegano alla rete a dar vita a queste criptovalute. Questi utenti chiamati miners (cioè minatori) svolgono l’attività di mining.

E’ solo attraverso il mining che è possibile immettere nel sistema la moneta virtuale. Perciò non è più una figura centrale a crearla ma in questo caso il sistema è decentralizzato.

Tutti coloro che svolgono l’attività di mining vengono ricompensati con le criptovalute. Questo permette di realizzare una competizione democratica con un guadagno per tutti coloro che fanno parte di questa rete.

I miners ottengono infatti criptovalute, in questo caso Litecoin, quando risolvono un problema matematico complesso o un algoritmo. Prima era una persona fisica a fare tutto questo adesso il lavoro viene svolto dal CPU a tentativi. Sarà poi il minatore più veloce a ottenere una maggior quantità di criptovalute.

E’ grazie a questo sistema che vengono confermate le operazioni svolte e sempre grazie a lui è impossibile che un operazione possa essere duplicata o falsificata.

Nel sistema dei Litecoin in pratica per ogni blocco creato, i quale come dicevo prima si crea ogni 2,5 minuti, vengono realizzate 50 Litecoin. I Litecoin una volta generati possono essere scambiati con le valute tradizionali come l’Euro o il Dollaro, ma anche con le Bitcoin o altre criptovalute.

Quanto vale il Litecoin?

Oggi 21 febbraio il Litecoin ha un valore di 42,54€.  Come tutte le criptovalute anche loro sono soggetti a delle grandi variazioni di prezzo. Nel 2017 è partito da 4 dollari ed è arrivato solo 8 mesi dopo a valere 87 dollari. E’ sceso poi a 53 dollari per risalire a 200 dollari a dicembre.

Come guadagnare con i Litecoin

Potete guadagnare con i Litecoin in tre modi. Potete diventare miner, potete acquistare Litecoin oppure specularci e vederli quindi esclusivamente come Asset.

Attività di mining

Se desiderate svolgere l’attività di mining dovete avere a disposizione computer molto potenti che devono restare connessi 24 ore su 24. Può avere senso chiaramente eseguire questo tipo di attività con i Litecoin (con i Bitcoin ormai no), però dovete farvi i vostri calcoli tra costi e guadagni.

Acquistare i Litecoin

Potete altrimenti acquistare i Litecoin negli appositi Exchange. Dovete però usare solo quelli affidabili altrimenti rischiate di perdere i soldi o vedervi addebitate commissioni alte. Tra i migliori troviamo Coinbase, come una commissione del 3%. E’ una delle più famose, opera in 32 paesi del mondo e ha 11,5 milioni di clienti. Si tratta inoltre di una piattaforma molto semplice da usare, dove le transazioni sono offline e crittografate.

C’è poi Coinmama, ma anche BitPanda, Cex.io, Circle, CoinHouse… quest’ultima ha una commissione che va dal 6 al 10%.

Ma come si guadagna dall’acquisto dei Litecoin? Tenete in considerazione che è un’attività speculativa. In pratica se voi oggi ipoteticamente acquistate una Litecoin al valore di 50€, domani se il suo valore sale a 200€ e voi la rivendete avete ottenuto un guadagno. Chiaramente però oggi può valere 50€ e domani 1€. Quindi il rischio di perdere denaro è sempre molto alto.

Un consiglio dettato dal buonsenso è quello di non investire mai più di quanto non vi scomoda perdere. Se avete 10.000 euro da parte davvero non ha senso scambiarli tutti in Litecoin, dovete pensare a quanti di questi soldi siete eventualmente disposti a perdere.

Speculare online sull’Asset

I Litecoin sono in borsa e sono perciò un Asset. Significa che potete speculare sulla sua crescita o il suo calo e guadagnare perciò soldi. Per farlo dovete affidarvi a broker in possesso della licenza CONSOB italiana. C’è anche la licenza europea CySEC.

Non è facile guadagnarci perciò se non avete dimestichezza con il trading online vi suggerisco di sperimentare prima usando un conto demo. Potete perciò fare i vostri test senza spendere soldi reali. Tra i migliori broker sul mercato troviamo eToro, 24 Option e Plus 500. Anche sulle speculazioni in borsa occorre non spendere più di quanto siamo disposti a perdere.