Categories: FeaturedNews

Che cos’è un DAO?

Il decentramento è uno degli aspetti più importanti nel mondo delle criptovalute. In pratica, significa che il sistema non è controllato da istituzioni o entità, siano essi una forza governativa o una banca centrale. Viene utilizzato dalle persone per mantenere le loro transazioni private e la loro sicurezza di alto livello.

Detto questo, c’è un termine che entra sempre in ballo quando si affronta tale argomento: DAO (Decentralised Autonomous Organization o Organizzazione autonoma decentralizzata). Originariamente era una forma di fondo di capitale di rischio, la quale si basava su un codice open source ed era priva di struttura di gestione o consiglio di amministrazione. Per mantenere la sua forma decentralizzata, il DAO non era affiliato a nessun Paese. Per funzionare, ha dovuto comunque utilizzare la rete Ethereum.

Siccome molta infamia circonda l’organizzazione, è importante esporre cosa sia esattamente. Immaginiamo un’automobile autonoma e senza conducente che gira per la città alla ricerca di passeggeri. Dopo averne condotto uno a destinazione, l’auto utilizza i profitti guadagnati per raggiungere una stazione di ricarica e, fatta eccezione per la sua programmazione originale, essa non necessità di aiuto esterno che gli indichi come svolgere la sua missione.

Detto questo, una criptovaluta come Bitcoin è in grado di potenziare le organizzazioni decentralizzate per i prossimi 30 anni e oltre. Inoltre, l’idea generale è che se Bitcoin può disfarsi delle necessità di un intermediario finanziario, la stessa cosa potrebbero in futuro fare altre società e organizzazioni con la gestione gerarchica.

In parole povere, i DAO aspirano a codificare a mano regole specifiche che qualsiasi azienda dovrebbe fare fin dall’inizio. Ciò potrebbe offrire la possibilità di accantonare una certa percentuale di guadagni, da indirizzare poi per determinate attività. In un certo senso, l’intero sistema può essere tranquillamente paragonato al funzionamento di un’azienda standard, con la differenza che le regole e le linee guida delle società normali non sono imposte in modo digitale.

Recent Posts

Hackerato Altsbit, l’exchange con sede in Italia: a maggio chiuderà i battenti

Uno scambio di criptovaluta lanciato solo negli ultimi mesi ha dichiarato di non essere in…

5 mesi ago

L’ondata di XRP potrebbe far aumentare del 30% il valore della criptovaluta

XRP, la terza criptovaluta per capitalizzazione di mercato, è diventata una sbalorditiva ondata nelle ultime…

5 mesi ago

Germania, nuova legge impone una licenza ai “custodi” di criptovalute

Entrata in vigore dal 1° gennaio, la nuova legge tedesca sulla custodia di criptovalute impone…

5 mesi ago

In Lussemburgo scovata un’altra società crittografica non autorizzata

La Commission de Surveillance du Secteur Financier (CSSF), principale regolatore finanziario europeo con sede in…

5 mesi ago

La legge tedesca sulla compravendita di criptovalute rimane piuttosto ambigua

In Germania, le criptovalute sono considerate una "unità di conto". Un'eventuale associazione dei Bitcoin alla…

5 mesi ago

Coinbase espande il suo storage di criptovalute istituzionali a livello internazionale

Coinbase ha aperto un ufficio in Irlanda non solo per espandere il suo servizio di…

5 mesi ago

This website uses cookies.