bitcoin
bitcoin

Pochi giorni fa è stata annunciata Libra, la criptovaluta di Facebook, e proprio a seguito di questa eclatante notizia, ecco che il Bitcoin sembra aver ritrovato vigore.

A dire il vero erano un po’ di settimane che la criptovaluta più capitalizzata al mondo aveva cominciato a riprendere tono, ma in queste ultime ore c’è stato un vero e proprio rally: nella sola giornata di sabato, il Bitcoin è rimbalzato sopra quota 10mila dollari ed è arrivato a superare persino quota 11mila, con un salto in avanti decisamente superiore al 10%. Una dinamica incredibile, che lo ha riportato ai massimi dal marzo 2018.

Allora il Bitcoin era divenuto protagonista di una clamorosa ritirata dopo aver sfiorato, nel dicembre 2017, il picco storico dei 20mila dollari. Ora però, nonostante di acqua sotto i ponti ne sia passata e nonostante i venti avversi abbiano soffiato prepotenti, la criptomoneta più amata al mondo pare stia tornando al centro della scena finanziaria globale.

Dopotutto i numeri parlano chiaro: la sua rivalutazione tocca valori del 250% da inizio anno. Il rimbalzo, tra l’altro, ha portato un’ondata di positività su tutte le criptovalute, tanto è vero che in una manciata di ore si sono superati i 300 miliardi di dollari di capitalizzazione complessiva.

Come dicevamo, Facebook ha senza dubbio riportato in auge l’attenzione sul comparto e-currency. La sua criptovaluta, Libra, ha infatti destato molto scalpore in tutto il mondo, e lo ha fatto per tutta una serie di ragioni, a partire dal fatto che Libra, per quanto sia una valuta digitale, poggia comunque su basi differenti rispetto a quelle che reggono Bitcoin, Ethereum, Ripple & co.