Bitcoin

Da un recente sondaggio condotto da bitFlyer è emerso che l’Italia sarebbe il Paese europeo più bullish sul Bitcoin. L’intervista, basata su un campione di 10.000 persone sparse in dieci diversi Paesi europei, ha fatto venire a galla un dato alquanto interessante, e cioè che secondo il 63% degli europei, le criptovalute continueranno ad esistere anche nei prossimi 10 anni.

La nazione più ottimista in tal senso è la Norvegia, col 73% degli intervistati che si è dichiarato convinto del fatto che le criptomonete, nonostante gli alti e bassi che hanno registrato in questi ultimi tempi, continueranno a tenere botta anche da qui a 10 anni. In seconda posizione, sempre in quanto ad ottimismo, si collocano i Paesi Bassi (68%) seguiti dalla Polonia (67%). In fondo alla classifica si collocano Francia e Regno Unito, rispettivamente col 55 e 57% di fiducia.

Un altro dato curioso riguarda il fatto che in nessuno dei dieci Paesi europei presi a riferimento si è verificata una maggioranza di pessimisti: le percentuali, per quanto variabili, dimostrano infatti che in tutti i Paesi oltre la metà della popolazione crede nel futuro delle criptovalute.

I risultati però cambiano se si prende a riferimento il Bitcoin: se la riflessione si sposta dalle criptovalute tout court al Bitcoin, allora l’Italia svetta nella top 10 collocandosi tra i primi Paesi europei convinti che per il BTC ci saranno ancora molti anni di vita. Di contro, quattro nazioni su dieci ritengono che il BTC non sopravviverà da qui a 10 anni. Addirittura, in Francia, la percentuale di persone fiduciose nei confronti del Bitcoin scende al 40%.

Questi dati, che in un primo momento potrebbero apparire contraddittori tra di loro, in realtà descrivono un quadro piuttosto chiaro: la maggior parte degli europei è sì ottimista sul fatto che le criptovalute potranno avere un futuro dinanzi a sé, ma non lo è nel caso del Bitcoin in particolare. In sostanza, c’è fiducia sul concetto di moneta digitale, ma non tanto sulla singolo token in sé.

In ogni caso, tirando le somme del sondaggio, i risultati sono evidenti: il Paese europeo più bullish sulle criptovalute è la Norvegia, mentre quello più bullish sul Bitcoin è proprio l’Italia!