ripple

XRP, la criptovaluta nativa di Ripple aumentata di oltre il 15% in soli due giorni, sarà cancellata da BITBOX. Lo scambio è gestito da LINE, la più grande applicazione di messaggistica del Giappone.

Perché questa decisione? In una dichiarazione, il team di BITBOX ha affermato che, se una criptovaluta non riesce a soddisfare gli standard in termini di prestazioni, affidabilità, liquidità o requisiti normativi, viene eliminata.

Dal 2018, in particolare con il coinvolgimento della SBI Holdings nella creazione di Ripple Asia, un consorzio di banche locali che utilizzano XRP per i pagamenti, Ripple ha mantenuto una forte presenza in Giappone. Quindi, il problema principale con XRP su BITBOX è probabilmente la liquidità e il volume complessivo. Se si fosse trattato di problemi legati alle prestazioni e all’affidabilità, altri importanti scambi in Giappone come BitFlyer sarebbero già state cancellate.

La bassa liquidità o volume di XRP potrebbe essere esclusiva di BITBOX poichè gli utenti in borsa non sono particolarmente interessati a negoziare XRP più delle altre principali piattaforme di trading in Giappone. Tutte le principali coppie di trading XRP su BITBOX verranno cancellate entro il 16 gennaio: XRP contro BTC, ETH, USDT.

XRP ha lottato svariati mesi per uscire dalla stagnazione dei prezzi. L’ultima volta che la criptovaluta ha avuto un movimento dei prezzi così ampio in un solo giorno è stato a maggio 2019. Il delisting dell’attività su BITBOX arriva durante un periodo di forte attività, ulteriormente alimentata dall’integrazione di XRP da parte di Binance Futures.

Considerando che il volume di XRP è aumentato nelle ultime due settimane, non è chiaro il motivo per cui BITBOX abbia deciso la cancellazione in modo così repentino. Il Giappone rimane un importante mercato di criptovaluta, capace quindi di supportare attivamente Ripple e le sue soluzioni blockchain.