Binance

Stanotte, poco prima delle 2, Binance ha rilasciato un comunicato tramite il quale è stato annunciato l’hackeraggio della piattaforma. Un attacco, quello subito nelle scorse ore, che ha portato alla perdita di ben 7.000 Bitcoin.

“C’è stata una violazione della sicurezza nella giornata del 7 maggio. Gli hacker sono riusciti a sbloccare diverse chiavi e ad ottenere altre informazioni. Hanno sfruttato più tecniche, tra cui il pishing. Stiamo facendo tutti gli accertamenti del caso per capire quali metodi siano stati utilizzati. Potrebbero esserci altri account coinvolti nell’operazione che non sono ancora stati identificati”.

A dire il vero diversi utenti, prima che l’operazione venisse portata a compimento, avevano effettivamente lamentato la difficoltà di effettuare i prelievi. Sulle pagine social di Binance, infatti, sono diverse le testimonianze di utenti che segnalavano questo tipo di problema ed in particolare delle transazioni sospette per un totale di 7.000 BTC.

Attraverso un post su Reddit, poi, alcune persone hanno acceso i riflettori sul fatto che gli address riceventi fossero caratterizzati dal formato bech32. Pertanto molti utenti hanno cominciato a chiedersi se queste transazioni non fossero sospette, anche perché è sorto il dubbio che queste potessero mostrare l’integrazione del protocollo su Binance.

In un primo momento CZ aveva rassicurato gli utenti più sospettosi, rassicurandoli che si trattava di un mantenimento non programmato e chiarendo che il trading non avrebbe subito alcun tipo di contraccolpo da questa operazione. Peccato però che poi l’effettiva gravità dei fatti è venuta a galla.

Per quanto riguarda i Bitcoin mancanti, è già stato chiarito che “Binance utilizzerà il fondo SAFU per coprire le perdite provocate dagli hacker”. Per cui, “i fondi degli utenti non verranno minimamente toccati”. Tuttavia, per ripristinare la situazione, Binance si è vista costretta a bloccare per una settimana sia i prelievi che i depositi.

In tutto ciò, il Bitcoin ha subito un evidente contraccolpo: BTC ha perso il 3,2% nell’arco di mezzora portandosi a quota 5772$, e con lui anche altre criptovalute sono crollate. Il peggiore è comunque stato BNB token, che è sceso da 21,80$ a 19,70$ nell’arco di neppure un’ora.