Argo Blockchain
Argo Blockchain

Argo Blockchain, miner di criptovaluta, ha installato le sue nuove macchine Bitmain. In totale sono 3.616 e saranno capaci di aumentare del 75% le attività di mining. Le nuove macchine, chiamate Bitmain Antminer T17, saranno operative entro il 10 gennaio.

L’obiettivo della società con sede a Londra è quello di installare in totale 6.384 macchine, le quali dovrebbero aumentare la capacità di estrazione del 204%. Le nuove macchine saranno consegnate in lotti.

In una nota, Argo Blockchain ha dichiarato: “Siamo sulla buona strada per gestire una base produttiva totale di circa 17.000 macchine entro la fine del primo trimestre 2020. In questo modo, la capacità totale di estrazione raggiungerà il 204%”.

La visione dell’orizzonte da parte della società è ben più larga: diventare, entro il 2020, il più grande miner di criptovalute al mondo. Nel mese di agosto 2019, Argo Blockchain ha firmato un accordo triennale con GPU.one, società canadese di data center colocation per aumentare la fornitura di energia elettrica pulita da 14 megawatt a 64 megawatt. Grazie a questo aumento sarà possibile far funzionare fino a 15.000 macchine minerarie aggiuntive.

Mike Edwards, presidente esecutivo di Argo, ha dichiarato: “Per stare al passo con il rafforzamento dell’industria di criptovalute, abbiamo deciso di espandere la nostra capacità di estrazione. Questo accordo amplia la nostra capacità di potenza aziendale del 357%. Entro il 2020, diventeremo i leader mondiali nell’estrazione di criptovalute”.

La scorsa settimana, la società ha comunicato la nomina di Peter Wall come nuovo CEO. Secondo Edwards, l’esperienza di Wall nel campo del crytomining servirà ad Argo ad evolversi e a crescere. Dopo questo annuncio, le azioni della società sono aumentate del 6%.