mascherine (web source)
mascherine (web source)

In Italia la pandemia ha letteralmente tagliato le gambe alle attività economiche, eccezion fatta per pochi casi, come ad esempio le farmacie: ecco perché.

farmacie (web source)
farmacie (web source)

Paura del Covid? Tanta in Italia, con la scelta dell’ex premier Conte di chiudere letteralmente l’intera penisola per i mesi primaverili lo scorso anno. Poi la diminuzione dei contagi e l’apertura, seppur parziale, durante l’estate ed una piccola parte dei mesi autunnali.

Successivamente il nuovo lockdown e la suddivisione dell’Italia a colori. Diverse le dinamiche, poi, che hanno portato alle sue dimissioni e all’arrivo di Mario Draghi. Tutti questi passaggi, per l’Italia, con un unico denominatore: le mascherine. Sono divenute gli strumenti principali per tornare a vivere, così come ad esempio gli igienizzanti. Scopriamo quindi quanto ha fruttato quest’economia.

Attività commerciali in ginocchio: non tutte però

gel igienizzante (web source)
gel igienizzante (web source)

La scelta di dividere le attività commerciali in ‘essenziali e non‘, ha letteralmente spaccato l’Italia, tra chi deve ancor riaprire i battenti, chi non ha mai chiuso e chi invece ha lavorato a tratti. Non possiamo che menzionare nella seconda categoria le farmacie, le quali, naturalmente, sono ritenuti esercizi di prima necessità.

La campagna di sensibilizzazione contro l’espandersi del contagio da Coronavirus ha quindi portato gli italiani a comprare migliaia di mascherine per nucleo familiare. Senza dimenticare l’igienizzante per le mani, i guanti e tanti altri prodotti che si sperava, potessero evitare il contagio.

I guadagni ricavati dalla vendita delle mascherine sono stati però, per l’intera durata dell’anno 2020, davvero prosperosi per le farmacie. Andiamo a scoprire a quanto ammonta un commercio che possiamo definire ‘milionario‘.

Approfondisci anche —> Imprenditoria femminile: i dati del 2020 sono drammatici

Leggi qui —> Deliveroo in Borsa: l’obiettivo di valutazione è davvero alto

Approfondisci anche —> Nella crisi italiana ad ‘esultare’ sono i discount: i dati Istat

Mascherine che valgono quanto l’oro

mascherine (web source)
mascherine (web source)

Le vendite delle mascherine, secondo i dati resi noti, sono naturalmente centuplicate rispetto al precedente anno. Nel 2020 infatti gli italiani hanno speso in farmacia oltre 164 milioni di euro per le mascherine. Un bene ritenuto fondamentale che ha fatto partire anche un’inchiesta sulla loro reale efficienza e soprattutto sull’importazione di dispositivi di sicurezza dalla Cina ritenuti ‘fasulli‘.

I prodotti utilizzati per la disinfezione delle mani sono aumentati del 1.125% mentre i guanti del 105,2% mentre i termometri dell’80,1%. Numeri destinati a restare stabili anche per il 2021 che sembra proprio non volerne sapere di farci tornare alla tanto attesa e desiderata normalità.