Visa e Mastercard spiazzano tutti e scommettono sulle criptovalute

Nonostante le polemiche, i giganti dei pagamenti Mastercard e Visa continuano a lavorare con le imprese di criptovalute di tutto il mondo per negoziare nuovi accordi sulle carte di debito.

Il duopolio Mastercard e Visa ha firmato nuovi accordi per le carte di debito con le imprese di criptovalute. Tutto nonostante le autorità di regolamentazione discutono su come gestire il settore.

visa mastercard criptovalute
Adobe Stock

Avendo accesso a nuovi flussi di reddito, i colossi dei pagamenti possono trarre vantaggio dalle collaborazioni con le imprese di criptovalute. Di conseguenza, le imprese di criptovalute hanno accesso a una rete di pagamenti mondiale.

I seguenti accordi tra alcuni dei più grandi nomi dei pagamenti e delle criptovalute dimostrano che non stanno evitando il mercato.

Binance

In Brasile, Binance ha appena introdotto una carta prepagata di criptovalute grazie a una collaborazione con Mastercard, che consente ai cittadini locali di effettuare acquisti e regolare i pagamenti con le criptovalute a patto di possedere un documento di identità nazionale.

L’anno scorso, Binance e Mastercard hanno collaborato per una carta prepagata argentina.

Bit2Me

Bit2Me, con sede in Spagna, il mese scorso ha introdotto una carta di debito supportata da Mastercard che offre agli utenti un cashback del 9%. Per la sua prima carta, l’exchange aveva già una partnership con la società che gestiva i pagamenti, consentendo la conversione delle criptovalute in denaro fiat.

Ora otto altre criptovalute possono essere collegate al portafoglio della carta e l’exchange prevede di aggiungerne altre nel corso dell’anno.

Bitso

Il mese scorso, l’exchange di criptovalute latinoamericana Bitso ha lanciato in Messico una carta di debito Mastercard che offre incentivi alle criptovalute per le transazioni. Secondo l’azienda, circa 100.000 persone si sono registrate per testare il software.

Bybit

Il mese scorso Bybit ha annunciato il lancio della ByBit Card, un’opzione di pagamento alimentata da Mastercard ed emessa da Moorland. Mentre una carta fisica sarà introdotta ad aprile, l’azienda ha dichiarato che offrirà una carta virtuale gratuita che potrà essere utilizzata per le transazioni online.

Secondo quanto riportato, la carta può essere utilizzata in paesi europei e britannici qualificati che dispongono dei necessari controlli KYC e antiriciclaggio.

Gate.io

Il Gruppo Gate, con sede in Lituania, che gestisce l’exchange di criptovalute Gate.io, ha annunciato l‘introduzione di una carta di debito Gate in collaborazione con Visa.

I clienti della maggior parte dei Paesi della CEE hanno accesso alle liste d’attesa e alle procedure di registrazione.

Visa e Mastercard sostengono di essere fedeli alle criptovalute.

Visa ha prontamente respinto la notizia, affermando che terrà d’occhio i cambiamenti legislativi e continuerà a osservare il mercato delle criptovalute.

La responsabilità di Visa è quella di “abilitare una varietà di metodi di pagamento e di ricercare le tecnologie emergenti che possono avere un’influenza sul futuro dei pagamenti”, ha dichiarato la portavoce.

“A tal fine, ci stiamo concentrando sul rafforzamento delle nostre capacità principali nei livelli infrastrutturali Web3 e sull’analisi dei protocolli blockchain che consentono lo sviluppo delle criptovalute”.

Un portavoce di Mastercard ha fatto sapere che gli sforzi dell’azienda sono ancora concentrati sulla tecnologia blockchain sottostante e su come questa possa essere utilizzata per affrontare i problemi attuali e creare soluzioni più efficaci sia per i clienti che per le aziende.

I piani di sviluppo di Mastercad

Inizialmente, Mastercard aveva dichiarato che la sua attenzione era rivolta alla “tecnologia blockchain sottostante” e al modo in cui può migliorare l’efficacia dei sistemi di pagamento. Tuttavia, in una dichiarazione più recente rilasciata a Blockworks, un portavoce ha negato specificamente l’affermazione che l’azienda stesse riducendo le proprie attività nel settore delle criptovalute.

La dichiarazione di Mastercard recitava: “L’articolo di Reuters è falso e non riflette le nostre azioni e aspirazioni per questo mercato.”

In conformità con i principi guida di Mastercard nel settore degli asset digitali e della tecnologia blockchain – stabilità, conformità normativa e tutela dei consumatori“continuiamo a lavorare con i nostri partner per portare sul mercato soluzioni e iniziative di pagamento adeguate”.

Impostazioni privacy