Alcuni importanti fondi in investimento scommettono sulla ripresa di USDC di Circle, ecco perchè

Rispetto al valore fisso di un dollaro USA cui sono ancorate le stablecoin, USD Coin (USDC) emessa da Circle ha perso diversi punti percentuali. In alcuni exchange ha visto crolli fino al -18%, causando una tempesta sui mercati delle criptovalute.

Il crollo di due importanti istituti bancari negli Stai Uniti, Silicon Valley Bank e Silvergate, ha sollevato preoccupazioni per i problemi di liquidità. Ma il mercato di bitcoin e criptovalute ha iniziato a dare qualche piccolo segnale di ripresa.

stablecoin usdc silvergate svb circle
Adobe Stock

Tuttavia, il declino di USD Coin (USDC) fa sembrare un lontano ricordo la stablecoin TerraUSD (UST) prevista per il 2022. A causa della sua esposizione alla Silicon Valley Bank, la stablecoin USDC ha subito una perdita di valore di 12 centesimi. La compagnia emittente della stablecoin USDC, Circle, ha dichiarato di essere esposto a riserve di stablecoin nella banca per un valore di circa 3,3 miliardi di dollari.

Il valore della moneta è diminuito in seguito all’annuncio di Circle e ha perso l’aggancio al dollaro USA. Dopo la decisione di Coinbase di bloccare le conversioni da USDC a dollaro USA sulla sua piattaforma, è arrivata questa notifica.

Per una rapida guida sul funzionamento delle stablecoin e sulle differenze da conoscere per comprendere quali siano le più solide e sicure, corri subito a leggere la nostra guida: Speciale stablecoin: sono davvero lo strumento ideale per combattere la volatilità?

I fondi cripto tentano di acquistare criptovalute a sconto durante la crisi?

Sebbene il panic sell mostrato in questi giorni abbia provocato il depeg (ossia la perdita dell’ancoraggio al dollaro) delle stablecoin, diversi fondi di criptovalute sembrano essere ottimisti sul fatto che alla fine si verificherà un rimbalzo. Alcuni fondi di criptovaluta, tra questi uno presumibilmente appartenente a Vitalik Buterin, stanno accumulando USDC al prezzo attuale.

La quotazione di USDC sui mercati è ora inferiore di circa nove centesimi rispetto al suo peg al dollaro. Secondo le statistiche on chain, società come Jump Trading (salito agli onori delle cronache questo mese grazie all’operazione descritta nel nostro aggiornamento: “Adoro il profumo di contro-exploit al mattino”: la geniale mossa di Jump Trading e Oasis), Wintermute Trading, Genesis Trading e BlockTower Capital avrebbero acquistato USDC giusto in tempo per il fine settimana festivo.

Dopo alcuni giorni di ribasso iniziato con la crisi di Silvergate Capital, il prezzo del Bitcoin mostra ora segnali di speranza con un rimbalzo di circa il 2,50%. D’altra parte, il calo della stablecoin ha stimolato la domanda di Tether (USDT), che ha visto un aumento del 17% del volume di scambi giornalieri.

La Silicon Valley Bank, come anticipato in anteprima nel nostro CANALE TELEGRAM UFFICIALE, è stata rilevata dalle autorità californiane venerdì scorso e la FDIC è stata incaricata di gestire i conti assicurati, che saranno disponibili lunedì 13 marzo 2023.

Il periodo in cui gli organismi di regolamentazione americani, tra cui la Securities and Exchange Commission (SEC), hanno iniziato a prendere provvedimenti contro le imprese di criptovalute è quello in cui si è verificato il più recente depeg di stablecoin.

Impostazioni privacy