Le iniziative di aiuto umanitario nelle zone disastrate e di conflitto scatenato dall’invasione dell’Ucraina da parte della Russia di Putin, sono ancora sostenute dalle donazioni in criptovaluta.

La comunità delle criptovalute si è organizzata per raccogliere fondi per il governo ucraino e le ONG che operano nell’area dopo l’invasione dell’Ucraina da parte della Russia nel febbraio 2022.

charity criptovalute beneficienza ucraina russia
Adobe Stock

La natura non censurabile di Bitcoin, Ethereum e altre criptovalute si è rivelata essenziale per distribuire i soccorsi dove erano necessari. Con milioni di dollari in bitcoin affluiti da tutto il mondo.

Tuttavia, alcune iniziative di criptovalute e DAO hanno spostato la loro attenzione sull’offerta di aiuti alla Turchia e alla Siria devastate dal terremoto, mentre i media tradizionali continuano a concentrarsi sull’Ucraina.

Le azioni umanitarie tramite l’utilizzo di cirptovalute

Endaoment, un’organizzazione 503c senza scopo di lucro fondata nel 2019, intende promuovere e supervisionare i contributi di beneficenza resi possibili dalle criptovalute. Quando il mese scorso diversi terremoti devastanti hanno colpito la Turchia e la Siria, i contributi in criptovalute hanno iniziato ad affluire.

Secondo il presidente e CEO di Endaoment Robbie Heeger, l’invasione dell’Ucraina da parte della Russia di Putin è stata davvero semplice da capire e da cui sentirsi autorizzati ad essere attivisti. “Si tratta di una comunità fortemente incentrata sui diritti e sulla sovranità”, ha dichiarato. “Stiamo assistendo a una significativa attività di donazione nel caso dei terremoti [in Turchia e in Siria], una tragedia altrettanto triste, ma naturale, ma non della stessa portata di quando la Russia ha invaso l’Ucraina”, ha aggiunto.

Heeger ha dichiarato che molte persone continuano a contribuire alle operazioni di soccorso convenzionali per i disastri.

Dopo i devastanti terremoti, milioni di dollari in criptovalute si sono riversati in Turchia. Aziende come Binance, Tether, Bitfinex, OKX e Kucoin hanno donato oltre 9 milioni di dollari ciascuna per aiutare le persone colpite.

Il terremoto in Turchia

In seguito al terremoto in Turchia, si è istituito il Turkey Relief DAO per raccogliere fondi da inviare alle organizzazioni governative e non governative che operano nella regione colpita dal disastro. Il Turkey Relief DAO cerca di sensibilizzare l’opinione pubblica sulle agenzie che assistono le persone colpite dai disastri.

Erbil Karaman, membro fondatore di Turkey Relief DAO e cofondatore di Huma Finance, ha dichiarato durante l’ETH di Denver:

“Sono stato molto vicino al terremoto in [Turchia] del 1999. Quindi so quale miseria sta accadendo in questo momento sul campo. Gli sforzi di raccolta fondi sono stati impegnativi perché i media perdono rapidamente interesse. Non lo vediamo più da nessuna parte.”

Secondo Karaman, Turkey Relief DAO collabora con il governo e le organizzazioni turche per creare portafogli su 18 blockchain per raccogliere le donazioni e trasferirle dove sono necessarie. Nel corso dei prossimi due anni, Karaman ha sottolineato che è necessario compiere ulteriori sforzi per ricostruire queste città e la vita delle persone che vi risiedono.

L’azienda co-fondata da Karaman, Huma Finance, ha guadagnato 8,3 milioni di dollari di investimenti a febbraio. Questo dopo aver vinto il premio sulla pista finanziaria decentralizzata all’ETH Denver 2022.