“Il metaverso deve essere Open”: il COO di The Sandbox attacca Fortnite e Roblox

Il metaverso deve essere uno spazio aperto, si parla di diritto alla proprietà digitale. Inoltre, gli utenti devono poter trasportare i loro beni ovunque vogliano senza limitazioni e barriere.

Il creatore di The Sandbox (SAND) sostiene che la proprietà dei contenuti digitali da parte degli utenti è “essenziale” per il metaverso.

metaverso the sandbox
Adobe Stock

Il CEO e COO di The Sandbox, Sebastien Borget, si è incontrato con Stephen Graves di Decrypt all’NFT di Parigi per discutere del futuro del metaverso aperto e della vera proprietà digitale, nonché dei piani futuri di The Sandbox e delle statistiche sugli utenti.

Almeno un amministratore delegato del metaverso è ancora convinto che tutti debbano avere accesso al mondo virtuale. Non solo pochi fortunati.

La dichairazione del COO di The SandBox (SAND)

Sebastien Borget, COO e cofondatore di The Sandbox, ha sottolineato come altre società di metaversi, come Roblox e Fortnite, limitino la possibilità degli utenti di trasportare i propri beni digitali da una piattaforma all’altra.

Durante l’NFT Paris di quest’anno, ha spiegato a Decrypt che “abbiamo ancora bisogno di esprimere il ‘metaverso aperto’ in contrapposizione con la piattaforma a muro chiuso”.

Il metaverso di Ethereum è visto come una “nazione digitale” dal COO di Sandbox
Con il crescente interesse per i giochi di criptovaluta e la grande incursione di Facebook nel metaverso, le vendite di terreni digitali sono recentemente decollate. Sandbox, Decentraland (MANA) e altri giochi di metaverso basati su Ethereum

Gli utenti possono acquistare proprietà virtuali note come NFT chiamate LAND attraverso The Sandbox (SAND), che ha debuttato nel 2012. Queste proprietà possono essere successivamente personalizzate e trasformate in valuta di gioco.

La proprietà reale degli asset digitali nel metaverso

Un fattore cruciale è la proprietà degli asset nei giochi e nel metaverso. Gli utenti devono poter trasferire le loro opere o i loro acquisti da un regno all’altro e mantenere i loro beni digitali per tutto il tempo, a differenza dei giochi Web2.

“Gli utenti devono essere veramente proprietari del loro materiale digitale”, ha dichiarato in un’intervista. Sono i veri proprietari non solo del loro avatar, ma anche dei loro oggetti indossabili, dei loro strumenti, delle loro proprietà, della loro casa e del materiale che producono e da cui traggono profitto durante la partecipazione.

I creatori dovrebbero ricevere fino al “95% o 100% del reddito che portano e che guadagnano man mano che contribuiscono allo sviluppo”, ha dichiarato il COO a Decrypt.

Concerto nel metaverso di The Sandbox

Più avanti nel corso dell’anno, The Sandbox ospiterà anche il suo concerto inaugurale. Borget ha mantenuto il silenzio, limitandosi a dire che il progetto era “in cantiere” da tempo.

La piattaforma metaverse basata su Ethereum ha già stabilito una serie di utili collaborazioni con il mondo della musica.

I Red Hot Chili Peppers, Ed Sheeran e Cardi B sono tutti firmatari della major Warner Music Group, che ha lanciato un avamposto virtuale in The Sandbox nel gennaio 2022. L’area è stata designata per essere utilizzata come parco divertimenti del metaverso e luogo di musica. Con questo cambiamento, Roblox e Decentraland, nonché i concorrenti di Sandbox, torneranno a essere coinvolti.

L’NFL annuncia il primo concerto del Super Bowl nel “metaverso” di Roblox

Le grandi aziende continuano ad accorrere per testare l’internet immersivo e lontano, anche se il 2022 potrebbe aver trasformato il termine “metaverso” in una parola sgradevole per alcuni. L’NFL è ancora presente nell’elenco.

Un recente concerto virtuale del Super Bowl ospitato da Roblox in collaborazione con la NFL ha visto la performance vocale e i gesti catturati in movimento dell’artista hip-hop Saweetie. Al culmine della pandemia di leggi di distanziamento sociale, nel luglio 2021, Decentraland (MANA) ha lanciato l’evento Metaverse.

All’evento, che si è tenuto a Decentraland presso la sede virtuale di KnownOrigin, si sono esibiti artisti di musica elettronica come Ookay, SNBRN, Fred Thurst (alias Dr. Fresch), Autograf e Win and Woo.

Impostazioni privacy