I dati interni rivelano che da quando Elon Musk è diventato CEO, Twitter ha perso quasi l’80% della sua forza lavoro, con il numero attuale che si aggira intorno ai 1.300 dipendenti attivi.

Poiché ora ci sono meno di 550 ingegneri a tempo pieno, un ex sviluppatore di Twitter prevede che il personale rimanente sarà oberato di lavoro e farà fatica a mantenere il servizio mentre introduce nuove funzionalità.

twitter licenziamenti
Adobe Stock

Oltre ai 1.300 dipendenti a tempo pieno di Twitter, il nuovo proprietario e CEO dell’azienda, Elon Musk, ha dato il permesso a circa 130 dipendenti delle sue altre attività, come Tesla, SpaceX e The Boring Co., di lavorare per Twitter .

Secondo i documenti interni della compagnia, il personale a tempo pieno di Twitter è sceso a circa 1.300 persone attive e lavoratrici, inclusi meno di 550 ingegneri a tempo pieno per titolo. Dei 1.300 dipendenti dell’organizzazione, circa 75 sono in ferie, inclusi circa 40 ingegneri.

Meno di 20 lavoratori a tempo pieno costituiscono il team di sicurezza della piattaforma

dell’organizzazione, che raccomanda modifiche ai progetti e alle politiche dei prodotti al fine di proteggere tutti gli utenti di Twitter.

Secondo la documentazione interna, ci sono anche circa 1.400 dipendenti Twitter non attivi che continuano a ricevere una retribuzione. Ma non sono più tenuti a svolgere le loro precedenti mansioni presso l’azienda di social media. Quando il CEO Elon Musk ha inviato una “promessa” chiedendo di impegnarsi in un lavoro “hardcore” su Twitter 2.0.

In una serie di tweet, Musk ha smentito i documenti interni diffusi dalla CNBC e ha affermato che Twitter impiega attualmente circa 2.300 lavoratori a tempo pieno oltre a migliaia di appaltatori. Twitter è stato contattato dalla CNBC per chiarimenti e una risposta, ma nessuna risposta è stata ricevuta immediatamente.

Le compagnie tech tagliano la forza lavoro

La forza lavoro di Twitter è diminuita durante la leadership di Musk a causa di importanti licenziamenti, altri licenziamenti e aggiustamenti. Questi hanno costretto molti dipendenti a dimettersi. Inclusa la cessazione di una politica di lavoro da casa istituita dall’ex CEO Jack Dorsey.

Prima che Musk supervisionasse un’acquisizione di Twitter da 44 miliardi di dollari l’anno scorso, la società aveva circa 7.500 dipendenti. Voci interne affermavano che i licenziamenti si sarebbero verificati indipendentemente dal fatto che l’acquisizione di Musk avesse avuto successo. Ma contrariamente alla credenza popolare, Musk ha ridotto significativamente il numero di dipendenti di Twitter, o di circa l’80%, secondo documenti interni e due recenti dipendenti che hanno parlato con CNBC.

Condivisione del personale con Tesla e SpaceX

Insieme ai 1.300 lavoratori a tempo pieno, Musk ha anche concesso il permesso di lavorare su Twitter a circa 130 persone delle sue altre società, come Tesla, SpaceX e The Boring Company. Oltre ad esperti di società di capitali di rischio e altre organizzazioni.

Da quando ha acquisito il controllo di Twitter, Musk è stato preso di mira dagli azionisti di Tesla per essere preoccupato. Innescando controversie politiche con la sua strategia su Twitter e vendendo miliardi di dollari di azioni Tesla per finanziare la sua acquisizione di Twitter.