Apple sta sviluppando display touch per i suoi computer Mac, una mossa che romperebbe con la tradizione aziendale di lunga data e adotterebbe una filosofia di design precedentemente soprannominata “ergonomicamente orribile” dal co-fondatore Steve Jobs.

Apple ha sostenuto per più di dieci anni che i display touch non funzionano bene sui laptop e che, se qualcuno desidera un’interfaccia touch, l’iPad è una scelta migliore.  La compagnia è anche preoccupata che le vendite dell’iPad possano essere danneggiate dai Mac touch-screen.

apple mac ipad touch screen
Adobe Stock

Secondo addetti ai lavori che hanno familiarità con il progetto, gli ingegneri Apple ci stanno lavorando attivamente, il che suggerisce che la società stia seriamente pensando di creare per la prima volta Mac touch-screen. Anche così, un lancio non è stato programmato nella pietra e le cose potrebbero cambiare.

La posizione di Apple sui computer touch-screen potrebbe cambiare a breve

Secondo le fonti di Apple, che hanno richiesto l’anonimato perché i piani sono riservati, l’azienda potrebbe rilasciare il suo primo Mac touch-screen nel 2025 come parte di un più ampio aggiornamento del MacBook Pro.

Il portavoce di Apple a Cupertino, in California, non ha risposto a una richiesta di commento.

Mercoledì, le azioni Apple sono aumentate del 2,1% a $ 133,49. Finora il titolo è aumentato del 2,7% nel 2023.

Secondo i piani attuali, il primo MacBook Pro touch-screen di Apple avrà ancora un classico laptop con trackpad e tastiera. Tuttavia, esattamente come un iPhone o un iPad, lo schermo del laptop accetterebbe input tattili e gesti. Apple potrebbe eventualmente aggiungere funzionalità touch ad altri modelli di Mac.

Apple intende inoltre passare i suoi schermi alla tecnologia dei diodi organici a emissione di luce, o OLED, come parte del rifacimento del MacBook Pro. Apple utilizza attualmente display a cristalli liquidi (LCD) per i suoi Mac, sebbene OLED sia già utilizzato su iPhone e Apple Watch. Nella prima metà del 2024, tali display, che offrono luminosità e colori migliori, saranno disponibili anche per iPad Pro.

Il Mac touch-screen che volta le spalle a Steve Jobs

Andare avanti con il Mac touch-screen sarebbe un enorme voltafaccia. Il defunto Jobs ha affermato che “non funziona” per gli utenti di computer raggiungere e toccare uno schermo verticale.

Nel 2010, ha affermato: “Le interfacce touch non vogliono essere verticali”. “Dopo un po’, il tuo braccio vuole staccarsi”, ha detto l’oratore.

Tim Cook, il sostituto di Jobs come amministratore delegato, ha continuato a mantenere un punto di vista simile negli anni più recenti. Nel 2012 ha affermato che la fusione di tablet e laptop di Microsoft Corp. era come combinare un tostapane e un frigorifero.

Apple, tuttavia, ha fatto numerose inversioni a U. Inoltre, Jobs ha affermato che Apple non avrebbe venduto telefoni o tablet, tuttavia quei segmenti si sono rivelati cruciali per l’azienda.

Inoltre, i display touch sono avanzati tra i rivali di laptop di Apple, tra cui Dell Technologies Inc., HP Inc., Microsoft, Lenovo Group Ltd., Samsung Electronics Co. e Acer Inc. Apple è ora l’unico produttore di computer significativo a non fornire ancora un tale dispositivo.

Ci sono state anche indicazioni evidenti che Apple stia pensando di cambiare la sua strategia.

L’azienda ha iniziato a combinare i suoi programmi nel 2018, portando le app per iPad sul Mac. Ha fatto lo stesso per le app create da sviluppatori esterni l’anno successivo. L’azienda ha iniziato a consentire alle applicazioni per iPhone di funzionare sui propri PC nel 2020.

Tuttavia, tale cambiamento ha attirato l’attenzione sulla mancanza di funzionalità touch del Mac. Potrebbe essere difficile utilizzare un’app creata per iPhone su un Mac.

Nessuna integrazione in vista tra iPad e Mac

Apple non sta attivamente cercando di integrare i sistemi operativi iPad e Mac, hanno affermato le persone a conoscenza del problema, anche con il cambiamento nel comportamento del touch screen. I primi Mac con touch screen eseguiranno probabilmente macOS.

Alcuni consumatori Apple richiedono da anni Mac touch e l’azienda ha compiuto passi preliminari per soddisfare tali pressioni. La Touch Bar, una striscia virtuale sulla tastiera che controllava le funzionalità, è stata introdotta nel 2016. La funzionalità ha fallito miseramente, confondendo gli utenti e non riuscendo a ottenere abbastanza trazione con gli sviluppatori di app. Nel 2021, Apple ha smesso di supportare la funzione sui suoi modelli MacBook Pro di fascia alta.