Il CEO di Crypto.com, Kris Marszalek, ha annunciato i licenziamenti del 20% del personale dell’azienda, sostenendo che l’ambiziosa espansione dell’exchange di criptovalute non è stata in grado di sopportare la scomparsa improvvisa del colosso FTX.

I licenziamenti, secondo Crypto.com, che ha pagato 700 milioni di dollari per i diritti sul nome dell’ex Staples Center di Los Angeles, sono il risultato di una continua enfasi sulla responsabilità fiscale.

crypto.com licenziamenti
Adobe Stock

Venerdì, Crypto.com ha annunciato che il 20% del suo personale sarà licenziato. L’exchange di criptovalute si è sviluppato “ambiziosamente”, secondo il CEO Kris Marszalek, ma non è stato in grado di resistere alla fine dell’impero FTX di Sam Bankman-crypto Fried senza ulteriori licenziamenti.

In un post, Marszalek ha affermato che “tutti i lavoratori interessati sono già stati informati”.

La forza lavoro di Crypto.com

L’azienda impiega 2.450 persone, quindi sulla base delle statistiche di PitchBook, è possibile che 490 di loro siano state licenziate. Nessuno di Crypto.com era pronto a commentare subito.

Il crollo del colosso delle criptovalute FTX e l’ondata di crisi che ne è seguita hanno spinto gli exchange di criptovalute e gli istituti di credito a ridurre rapidamente l’organico.

Il taglio, secondo Marszalek, fa parte del costante impegno di Crypto.com per una “gestione finanziaria prudente”.

Come aveva già fatto in precedenza anche l’exchange di criptovalute FTX, Crypto.com ha stipulato accordi di sponsorizzazione e promozione di alto profilo. Nel 2021, Crypto.com firmerà un accordo di denominazione per 700 milioni di dollari in 20 anni per il vecchio Staples Center. I Los Angeles Lakers della NBA chiamano questa arena la loro casa.

Mentre lavoriamo per ricostruire la fiducia nel nostro settore, abbiamo un grande anno davanti a noi, ha dichiarato Marszalek. Nel 2016, Marszalek ha fondato la società Crypto.com con sede a Singapore. Sotto la sua guida, l’azienda dovrebbe generare entrate per almeno 1,2 miliardi di dollari entro il 2021.

Nel 2022, Crypto.com ha avuto un anno difficile. Diversi trasferimenti imprudenti, incluso uno che ha spostato involontariamente beni per un valore superiore a $ 400 milioni a un altro scambio, sono stati errori di alto profilo. Nel 2022, la società ha licenziato anche alcuni lavoratori.

La CNBC ha coperto alcuni dei successi commerciali e delle battute d’arresto di Marszalek a dicembre. A quel tempo, Marszalek ha pubblicamente ignorato le preoccupazioni sulla stabilità di Crypto.com.

“Non c’è modo migliore di vivere – ha scritto il Ceo – le startup sono difficili”.