Dopo l’aumento della concorrenza e dei tassi di interesse, il cambiamento negli Stati Uniti potrebbe aiutare Tesla a qualificarsi per maggiori crediti d’imposta federali sui veicoli elettrici e aumentare in tal modo il volume delle vendite sia a livello nazionale che internazionale.

In Europa, Austria, Francia, Germania, Paesi Bassi, Norvegia, Svizzera e Regno Unito hanno tutti visto riduzioni di prezzo sulle automobili Model 3 e Model Y di Tesla.

tesla prezzi
Adobe Stock

Secondo i post sul sito Web della società giovedì sera negli Stati Uniti, il produttore di veicoli elettrici Tesla sta ancora una volta abbassando i costi negli Stati Uniti e in tutta Europa.

Riduzione dei prezzi per le auto elettriche Tesla

In Europa, Austria, Francia, Germania, Paesi Bassi, Norvegia, Svizzera e Regno Unito hanno tutti visto riduzioni di prezzo sulle automobili Model 3 e Model Y di Tesla.

Secondo Reuters, a seconda della configurazione, Tesla ha ridotto il costo della Model 3 e della Model Y in Germania dall’1% a quasi il 17%. La Model 3 e la Model Y di Tesla erano i due veicoli elettrici più popolari in Germania nel dicembre 2022. In Germania, l’azienda ha superato la Volkswagen e il suo apprezzato veicolo elettrico, l’ID.4.

Il costo di una nuova Tesla Model 3 è diminuito tra il 6% e il 14%. A seconda della configurazione. Mentre il costo della Model Y è diminuito di circa il 19%. Sempre a seconda della configurazione. Questo secondo TroyTeslike, un ricercatore indipendente del settore dei veicoli elettrici.

In base al fattore di forma o alla categoria, all’efficienza, all’autonomia (il numero di miglia che possono percorrere con una batteria completamente carica) e al prezzo al dettaglio suggerito dai produttori. I veicoli elettrici in genere possono beneficiare di crediti d’imposta negli Stati Uniti.

L’impatto che avrà il credito d’imposta per i veicoli elettrici negli Stati Uniti

Per consentire ai produttori di beneficiare di un credito d’imposta sui veicoli puliti di 7.500 dollari, il governo degli Stati Uniti ha rinviato l’adozione di nuove normative per l’origine delle materie prime. Oltre che dei componenti della batteria almeno fino alla fine di marzo 2023.

Di conseguenza, Tesla e altri produttori di veicoli elettrici possono attualmente acquistare componenti e materiali essenziali da fornitori di tutto il mondo. Oltre che continuare a beneficiare di alcuni sussidi per i veicoli elettrici. Secondo le attuali normative temporanee, coloro che vogliono beneficiare dei sussidi federali devono terminare l’assemblaggio finale delle loro automobili elettriche in Nord America.

L’ultima ondata di riduzioni dei prezzi di Tesla potrebbe posizionare l’azienda per guadagnare dagli incentivi fiscali sui veicoli elettrici a breve e lungo termine. Tuttavia, corre anche il rischio di offendere i clienti che si sono recentemente impegnati a pagare di più per ricevere nuove auto elettriche da Tesla prima della fine del 2022.

Tesla ha sconvolto i consumatori all’inizio di questo mese riducendo i prezzi sui suoi veicoli Model 3 e Model Y. Il tutto però dopo che molti avevano promesso di accettare la consegna a costi più elevati prima del 31 dicembre. Secondo un articolo di Reuters, alcuni dei consumatori hanno tenuto dimostrazioni e chiesto rimborsi. Ma Tesla non ha ancora battuto ciglio.