I dati sull’indice dei prezzi al consumo (CPI) per dicembre sono stati forniti dal Bureau of Labor Statistics degli Stati Uniti nei tempi previsti, mostrando un aumento del 6,5%.

Il rilascio dei dati sull’inflazione di dicembre fa impazzire i mercati forex e cripto. I dati sull’IPC di dicembre hanno confermato le aspettative, mostrando un aumento dell’inflazione del 6,5%.

dati cpi bitcoin criptovalute
Adobe Stock

I dati dell’indice dei prezzi al consumo (IPC) per dicembre sono stati resi pubblici dal Bureau of Labor Statistics degli Stati Uniti. Nei minuti precedenti la pubblicazione del rapporto, il mercato delle criptovalute era marginalmente positivo con la maggior parte degli asset scambiati in verde. Per il mese di novembre, l’indice CPI è stato del 7,10%.

La reazione del prezzo delle criptovalute ai dati CPI di oggi

Secondo il tracker dei prezzi CoinMarketCap, il prezzo di Bitcoin (BTC) al momento della stesura di questo articolo è di 18,221.71 dollari. In aumento del 4,61% rispetto alle 24 ore precedenti. Tuttavia, dopo aver inizialmente mostrato un aumento dei prezzi subito dopo il rilascio dei dati, il prezzo di BTC è diminuito di circa lo 0,31% nell’ultima ora. Analogamente, il prezzo di Ethereum (ETH) è diminuito di appena lo 0,16% in risposta al rilascio delle statistiche sull’inflazione CPI. La notizia di un rallentamento del tasso di inflazione, tuttavia, rende i mercati finanziari ottimisti. L’indice Nasdaq Composite è aumentato oggi dell’1,76% in risposta a questo.

Situazione positiva per il mercato delle criptovalute nel lungo periodo?

L’indice dei prezzi al consumo è una metrica cruciale per tenere traccia delle variazioni di prezzo nel tempo. La Fed statunitense determina l’aumento del tasso di interesse utilizzando i dati dell’indice. In molti modi, l’economia beneficia del calo dell’inflazione. Gli Stati Uniti hanno registrato il più basso aumento annuo dell’inflazione dall’ottobre 2021 al 6,50%. Sebbene il mercato delle criptovalute abbia immediatamente ridotto il suo prezzo in risposta alle statistiche CPI, i trader potrebbero trovare vantaggioso il rallentamento dell’inflazione.

Il commerciante di criptovalute ordinario pagherà meno per le spese di soggiorno a causa della minore inflazione. I trader potranno così risparmiare denaro per possibili opportunità di investimento come la criptovaluta.