La scadenza per il primo pagamento di Mt. Gox è stata posticipata dal 31 luglio al 30 settembre. Il 10 marzo inizieranno ad arrivare i soldi.

La prima rata dei rimborsi dalla data di scadenza di Mt. Gox è stata posticipata di due mesi, dal 31 luglio al 30 settembre, secondo un avviso dei creditori. Inoltre, la data di inizio del pagamento è stata posticipata di due mesi al 10 marzo.

mt gox
Adobe Stock

Inoltre, dal 10 gennaio al 10 marzo è ora il termine ultimo per fornire informazioni bancarie e sullo scambio di criptovalute. Secondo l’ex CEO Mark Karpeles, che lo ha affermato in un messaggio di chat di Telegram, la scadenza è stata prorogata perché un numero considerevole di clienti non aveva ancora inviato le proprie informazioni.

Ogni creditore riceverà un pagamento base. Inoltre, sceglieranno di accettare un pagamento successivo che può essere per un importo diverso o un pagamento forfettario anticipato. Il denaro fiat, le criptovalute o entrambi possono essere utilizzati per effettuare pagamenti. Questo sarà trasferito sul conto bancario del destinatario o sullo scambio di criptovaluta.

Ci sono potenziali effetti Kraken.

La maggior parte dei debitori e dei rimborsi potrebbe non essere influenzata dall’uscita di Kraken dal Giappone, ma potrebbe causare problemi ai consumatori giapponesi che desiderano scambiare la propria criptovaluta con valuta fiat e prelevare su un conto bancario locale.

La modifica dei tempi potrebbe essere correlata all’uscita di Kraken dal mercato giapponese come scambio di criptovaluta, secondo le voci tra i creditori di Mt. Gox. Era una possibile opzione di exchange che i creditori potevano selezionare per ricevere i loro pagamenti in criptovaluta. La borsa ha tuttavia dichiarato la sua intenzione di lasciare il mercato giapponese a gennaio a seguito di licenziamenti globali.

Secondo alcuni creditori, la nuova scadenza renderà loro più semplice confermare le informazioni sull’exchange di criptovaluta in tempo per la scadenza precedente. In passato, hanno avuto difficoltà a raggiungere questo obiettivo. Un creditore ha affermato di provenire dal Giappone e di aver registrato Kraken come proprio exchange sul canale Telegram dei creditori di Mt. Gox. Dopo aver appreso della decisione di Kraken di lasciare la nazione, si sono registrati per altri due scambi in modo da poter fornire un metodo di pagamento alternativo.

“Sto ancora aspettando che entrambi gli exchange finiscano il mio KYC. Probabilmente mancherò la scadenza del 10 gennaio. Certamente simpatizzo con tutti coloro che non sono nella mia situazione, ma per me l’estensione era necessaria”, hanno aggiunto.