Genesis Trading, un prestatore di criptovaluta, ha ridotto la sua forza lavoro del 30% giovedì dopo aver subito gravi perdite a seguito di 3AC, FTX e Alamdea Fiasco.

Le voci più recenti affermano che Genesis Trading, la divisione di prestito del più grande gruppo di valuta digitale (DCG), ha iniziato un nuovo giro di licenziamenti che comporterà una riduzione del 30% nel suo personale.

genesis licenziamenti
Adobe Stock

Ciò ha creato un chiaro segno dell’attuale instabilità finanziaria che il titano del settore delle criptovalute sta vivendo e mette anche domande sulla sua redditività a lungo termine.

Secondo round di licenziamenti per Genesis

La società ha subito grandi perdite a seguito di un prestito di denaro a ben noti hedge funds di Three Arrows Capital (3AC) e società commerciali come Alameda Research nel 2022. A causa della crisi finanziaria che queste società stavano vivendo, le petizioni fallimentari sono state presentate con le petizioni fallimenta I tribunali e le criptovalute hanno subito un drammatico declino che ha cancellato tutti i loro precedenti guadagni.

Nell’estate del 2022, Genesis ha licenziato un altro 20% dei loro 260 dipendenti, come precedentemente riportato su Coingape. Ma per la società, il crollo di FTX ha solo peggiorato le cose. Prima del fallimento di Alameda Research a novembre, sembra che Genesi abbia fornito credito per un valore di almeno centinaia di milioni di dollari alla società commerciale tra fratelli di FTX. Inoltre, ha fatto grandi investimenti nell’hedge fund 3AC, che si diceva valesse 2,4 miliardi di dollari.

Un portavoce di Genesis ha dichiarato ufficialmente:

“Genesis ha preso la decisione impegnativa di tagliare il personale a livello globale mentre lavoriamo per gestire i venti contrari al contrario emersi. Queste azioni fanno parte dei nostri continui sforzi per far avanzare la nostra azienda.”

Genesis si avvicina alla bancarotta?

Genesis ha temporaneamente interrotto di finanziamento di nuovi prestiti e effettuando pagamenti principali il 16 novembre. Gemini, uno storico exchange di criptovaluta che ha lavorato con Genesis su un piano di rendimento, ha anche bloccato i prelievi per un totale di $900 milioni dal suo programma di guadagno a seguito della condotta di Genesis. Genesis ha persino fatto appello agli investitori per un prestito di emergenza da 1 miliardo di dollari per sopravvivere. È stato tentato di ottenere denaro da famose società di private equity tra cui Apollo Global Management e il massimo scambio di criptovaluta.

Derar Islim, il CEO ad interim della società, ha dichiarato ai clienti questa settimana che la società stava tentando di trovare una soluzione per il suo braccio di prestito e prestito. Nonostante il fatto che ci vorrà più tempo per farlo. Ciò è accaduto dopo che il co-fondatore di Gemini Cameron Winklevoss ha scritto una lettera aperta che delinea il debito che devono i loro consumatori per il ritardo nell’avvio dei prelievi.

Il volo degli investitori da attività più rischiose a causa dell’aumento dei tassi di interesse e le preoccupazioni per una recessione economica ha agitato il mercato Bitcoin. Inoltre, molti hanno iniziato a mettere in discussione la vitalità e la longevità della Genesis nel più ampio settore delle criptovalute. Sempre alla luce dei recenti dichiarazioni di fallimento e licenziamenti.