Celsius Network presenta una mozione al tribunale fallimentare chiedendo una proroga del tempo fino a febbraio per tutti i clienti per presentare reclami.

Quando Celsius Network va in bancarotta, il contagio da criptovaluta esiste ancora?
Celsius Network, un travagliato prestatore di criptovalute, ha annunciato mercoledì di aver presentato una richiesta al tribunale fallimentare chiedendo un’estensione della data di scadenza, il termine entro il quale tutti i clienti possono presentare reclami, fino al mese prossimo.

celsius network
Adobe Stock

Gli utenti avranno ora un mese in più per presentare le loro richieste, secondo Celsius, ma i creditori pensano che la società stia sprecando tempo e denaro in spese legali. Il virus crittografico è ancora attivo.

Celsius Network estende il contagio fino al 2023

Secondo le informazioni condivise da Celsius Network in un tweet del 4 gennaio, è stata depositata presso il tribunale fallimentare degli Stati Uniti per il distretto meridionale di New York una domanda per prorogare la data del processo. Oppure il termine entro il quale tutti i clienti possono presentare reclami.

Il 10 gennaio 2023 la mozione sarà ascoltata. Il termine per la presentazione delle istanze sarà prorogato al 9 febbraio 2023, se il giudice fallimentare accoglierà l’istanza. Celsius ha prodotto un video per i creditori per assistere con la procedura di reclamo nel frattempo.

Celsius Network ha impegnato solo 44 milioni di dollari per essere restituiti ai clienti. Inoltre, al 29 dicembre, i creditori di Celsius avevano presentato circa 17.200 reclami. Il prestatore di criptovalute ha dichiarato la scorsa settimana che l’obiettivo è concedere ai creditori un tempo adeguato per presentare reclami.

I clienti, nel frattempo, sono interessati solo a riavere indietro i loro soldi e non hanno alcuna intenzione di riorganizzarsi. La causa è che Celsius ha sprecato milioni in spese legali ritardando il ritorno del fondo. Simon Dixon, azionista di Celsius, ha sottolineato che il processo per le rivendicazioni dei creditori subirà un impatto se Core Scientific chiuderà l’attrezzatura per il mining di criptovalute utilizzata da Celsius. Potrebbe essere la giustificazione precisa per la mossa di Celsius di prorogare la scadenza.

Il settore è ancora malato

Il contagio delle criptovalute potrebbe ancora avere un effetto sullo sviluppo del mercato delle criptovalute nel 2023. I clienti non hanno ancora ricevuto indietro i loro soldi dalla procedura fallimentare per Terra o il disasastro causato dal fallimento dell’exchange di criptovalute FTX. Martedì Sam Bankman-Fried presenta una dichiarazione di non colpevolezza in un tribunale di New York a tutti i costi. Il giudice Lewis A. Kaplan ha commutato la sua condanna a quasi un anno e la data del processo è stata fissata per il 2 ottobre.

I clienti di società di criptovalute insolventi perdono gradualmente la speranza di riavere indietro i loro soldi. Di conseguenza, all’inizio del 2023, il contagio potrebbe ancora persistere. Nella seconda metà del 2023, gli esperti prevedono una ripresa del mercato delle criptovalute.