Mercato delle criptovalute, le aspettative per il 2023 dei giganti del settore fanno storcere il naso: ma qualcuno doveva pur dirlo!

Nel 2022 sono stati annunciati nuovi Layer 1, con Aptos che ha lanciato la sua mainnet e Sui dovrebbe farlo presto l’anno prossimo.

criptovalute mercato
Adobe Stock

BNB Chain e la principale soluzione layer 2 di Ethereum – Polygon – hanno guadagnato quote di mercato nel vuoto lasciato da Terra. Solana invece ha avuto un anno più impegnativo, essendo una delle L1 più colpite dalla recente saga di FTX. L’anno è stato pieno di eventi materiali nel sottosettore probabilmente più importante all’interno delle criptovalute.

Mercato delle criptovalute: aspettative per il 2023

Ora che abbiamo un’idea di come si sono spostati i principali L1 nel corso del 2022 e di alcuni dei loro eventi importanti, che dire del prossimo anno? Quali sono le nostre aspettative provvisorie?

I Layer 1 sentiranno la pressione dei Layer 2

Una delle narrazioni principali dell’anno è stata la cosiddetta “L222” in riferimento al 2022 come anno di svolta per i Layer 2. Abbiamo visto questo? I dati L2 Total Value Locked (“TVL”) mostrano che c’è stato un aumento del 118% (in termini di ETH) dall’inizio dell’anno. Quindi, in un certo senso, sì. Sicuramente è stato l’anno più importante che i L2 abbiano avuto finora. Tuttavia, in termini assoluti, il TVL totale bloccato nei L2 è solo di circa 4,5 miliardi di dollari USA.

Quando confrontiamo il TVL DeFi totale in Ethereum (circa 25 miliardi di dollari) e la capitalizzazione di mercato totale delle criptovalute che si avvicina a 900 miliardi di dollari, possiamo contestualizzare fino a che punto i L2 devono ancora salire.

Si consideri anche il fatto che sia Arbitrum che Optimism superano Avalanche in termini di attività giornaliera on-chain. Aggiungete a questo il crescente dispiegamento di dApp sui L1 alternativi sui L2, ad esempio Trader Joe di Avalanche ha recentemente annunciato il loro dispiegamento su Arbitrum, e sarà interessante monitorare cosa succede con alcuni dei più piccoli alt-L1.

C’è stata un’idea che è stata discussa tra molti nello spazio cripto secondo cui i principali L1 diventeranno semplicemente livelli di base, mentre l’esecuzione e l’attività avverranno sui L2. Mentre stiamo già assistendo a un po’ di questo, il 2023 potrebbe benissimo essere l’anno in cui lo vedremo accadere su scala molto più ampia.

I nuovi Layer 1 sopravvivranno solo grazie a vantaggi competitivi concreti (e ad oggi inesistenti)

Considera i nuovi entranti più noti nello spazio L1, Aptos (che è passato alla mainnet nel quarto trimestre di quest’anno) e Sui (che dovrebbero essere lanciata all’inizio del 2023). Entrambi questi L1 portano con sé varie nuove innovazioni, incluso il linguaggio di programmazione Move. Dato il background di questo linguaggio e tutto ciò che promette, oltre al potenziale aumento della velocità delle transazioni con entrambi i L1, c’è un potenziale per una vera innovazione. Vale la pena tenere d’occhio se uno o entrambi questi L1 sono in grado di utilizzare le loro nuove tecnologie per apportare un cambiamento radicale nel mercato delle criptovalute.