Bitcoin andrà a zero o accoglierà un’adozione globale? Questa è la grande domanda che molti si fanno, senza considerare queste cose.

Bitcoin non è sfuggito alla volatilità dei prezzi del 2022, avendo perso circa il 60% del suo valore da inizio anno. Ma nonostante tutto quello che è successo nel 2022, tutto sommato ha retto bene l’urto.

bitcoin
Adobe Stock

Gli investitori in Luna, i depositanti di Celsius o gli utenti di FTX si sono trovati completamente spazzati via. Ciò che accomuna questi progetti è la complessità della loro strategia: numerosi token, intrecciati in una miriade di modi, che offrono sia rendimento, stabilità dei prezzi e il fascino della crescita esponenziale. Alla fine, non hanno fornito nulla di tutto ciò e sono implosi in pochi giorni. Bitcoin evita la complessità, non promette né rendimento né stabilità dei prezzi. Invece, offre resilienza: vediamo come.

Bitcoin andrà a zero o su Marte? Facciamo chiarezza

Coloro che sono stati ingannati dal richiamo della sirena di Celsius, Luna, FTX e simili stanno cercando risposte. L’autocustodia e la resistenza alla censura sono narrazioni che lottano per competere con il concetto di “arricchirsi velocemente”. I portafogli hardware hanno registrato vendite record dal crollo di FTX. Le persone hanno imparato dure lezioni su terze parti affidabili, e sui protocolli che offuscano il rischio con la complessità. È una grande opportunità per i Bitcoiner abbracciarli ed educarli sull’etica e sulla missione di Bitcoin.

Eppure ci sono tendenze preoccupanti. Lightning Network continua a crescere, ma a un ritmo molto più lento di quanto previsto dalla maggior parte dei sostenitori. Bitcoin ha perso la condivisione mentale tra gli speculatori e gli appassionati di tecnologia a favore di Ethereum. Più preoccupante, Bitcoin sta perdendo quote di mercato a favore delle stablecoin, che funzionano come strumenti digitali al portatore che ora possono raggiungere coloro che in precedenza avevano accesso solo a Bitcoin.

Anche nei mercati che richiedono un grado più elevato di resistenza alla censura, come i mercati della privacy, Monero sta guadagnando terreno. Inoltre, vi sono crescenti preoccupazioni che le sue commissioni di transazione possano non compensare il calo delle ricompense da blocco.

La community Bitcoin deve affrontare l’impegnativo compito di mantenere la prevedibilità e la semplicità del protocollo, senza escludere l’innovazione. È necessario trovare un attento equilibrio tra le esigenze degli utenti e la missione di Bitcoin. L’ideologia non può prevalere sulla realtà, lo sviluppo futuro di Bitcoin deve essere pratico, non solo teorico. Ci sono esempi incoraggianti in questo senso, come la borsa di studio sponsorizzata dalla Human Rights Foundation per sviluppare i roll up su Bitcoin.

Nonostante queste sfide, Bitcoin rimane il re, e probabilmente continuerà a guidare questo mercato nel 2023. Ma non può permettersi di riposare sugli allori: deve continuare ad evolversi e ad adattarsi al panorama in evoluzione.