Il nuovo progetto dell’Unione Europea progetto prevede che 170 satelliti in orbita bassa entrino in funzione già nel 2023. La costellazione costerà la bellezza di 6 miliardi di euro.

Il Parlamento europeo e il Consiglio hanno raggiunto un accordo per costruire e lanciare in orbita, in modo analogo a quanto già sta facendo la compagnia Starlink del famoso magnate Elon usk, una costellazione di satelliti per fornire connettività Internet direttamente dall’orbita terrestre.

starlink unione europea
Adobe Stock

Il grande progetto è stato annunciato a febbraio. L’accordo firmato prevede un investimento di 6 milioni di euro per la realizzazione della costellazione IRIS, che sarà composta da 170 satelliti in orbita bassa e sarà operativa nel 2027.

Cosa è Starlink e come funzione Internet satellitare per le masse

Starlink, un tentativo di SpaceX di costruire una rete a banda larga mondiale, fornisce servizi Internet ad alta velocità tramite una costellazione di satelliti in orbita terrestre bassa (LEO). SpaceX, o Space Exploration Technologies Corp., è un’azienda privata di razzi e veicoli spaziali fondata da Elon Musk nel 2002.

Il servizio Starlink utilizza la tecnologia dei servizi Internet via satellite che esiste da decenni. Invece di impiegare la tecnologia via cavo come la fibra ottica per fornire dati Internet, un sistema satellitare invia segnali radio attraverso lo spazio. Le stazioni terrestri inviano segnali ai satelliti in orbita, che poi trasferiscono le informazioni agli utenti Starlink sulla Terra. I satelliti della costellazione Starlink pesano 573 libbre e hanno una forma piatta. Un razzo SpaceX Falcon 9 può ospitare fino a 60 satelliti.

L’obiettivo di Starlink è costruire una rete a bassa latenza in orbita che consentirà l’edge computing sulla Terra. Il compito di costruire una rete mondiale nello spazio non è facile, soprattutto data l’importanza della bassa latenza. Per soddisfare questa esigenza, SpaceX ha suggerito una costellazione di oltre 42.000 satelliti delle dimensioni di un tablet che girano intorno al globo in orbita bassa. I CubeSats, che sono piccoli satelliti spesso impiegati in LEO, forniscono una copertura di rete stretta e una bassa latenza grazie alla loro bassa orbita terrestre.

Il progetto europeo che vuole fare concorrenza a Starlink di Elon Musk

Una rete satellitare per fornire l’accesso a Internet in tutta Europa, comprese le aree dove ora non è disponibile. L’UE a tal proposito ha stanziato 6 miliardi di euro.

Il progetto UE mira a ridurre la dipendenza da aziende extraeuropee per la comunicazione e a contenere qualsiasi interferenza esterna. Inoltre, la costellazione accelererebbe la diffusione di Internet a banda larga in tutta Europa, includendo l’Africa e consentendo all’UE di fornire un’alternativa ai concorrenti cinesi.

Infine, il Consiglio europeo ha appreso che una rete satellitare di questo tipo può assistere le reti terrestri in caso di gravi perturbazioni o calamità.

Entra nel gruppo Cripto: nuovi lanci, token, news, rimani sempre aggiornato

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli:


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

I restanti 3,6 milioni di euro proverranno dal settore privato. Dei 6 miliardi di euro stanziati per lo sviluppo del sistema di comunicazione satellitare europeo. 2,4 miliardi proverranno da un trasferimento di fondi non vincolato da progetti Ue. Lo sviluppo iniziale e il posizionamento dei satelliti potrebbero iniziare già nel 2023.