Le convinzioni di Bill Ackman sul mondo cripto arriva proprio mentre gran parte dei tentativi della comunità di riconquistare fiducia nel settore dopo la devastante disfatta dell’exchange di criptovalute FTX.

Nonostante il recente fallimento dell’exchange di criptovalute FTX e le turbolenze del mercato che ne sono seguite, l’investitore miliardario e gestore di hedge fund Bill Ackman afferma di essere ancora ottimista sulle criptovalute.

bill ackman criptovalute
Criptomercato.it

Il CEO e fondatore della società di gestione di hedge fund Pershing Square Capital Management ha dichiarato in un thread su Twitter il 20 novembre che pensa che “la crittografia è qui per restare” nonostante le recenti battute d’arresto, ma che ci deve essere più supervisione e “attori fraudolenti” rimossi da l’industria.

Bill Ackman resta ottimista sulle criptovalute

L’investitore miliardario americano Bill Ackman ha recentemente chiesto che i regolamenti di New York City vengano allentati e le barriere normative rimosse per rendere la città un centro per l’industria delle criptovalute. Investe anche direttamente in una serie di progetti relativi alle criptovalute.

“Credo che le criptovalute siano qui per restare e credo che possano far progredire notevolmente la società e l’economia globale con la giusta supervisione e regolamentazione.”

Tuttavia, Ackman ha affermato che la tecnologia avanza rispetto alla precedente in termini di capacità di facilitare le frodi, proprio come l’invenzione del telefono e di Internet:

“Il problema con le criptovalute è che i promotori disonesti possono produrre token esclusivamente per supportare schemi di pump and dump. In effetti, è possibile che la maggior parte delle criptovalute venga utilizzata per attività illegali piuttosto che per stabilire attività affidabili.”

Sugli attori fraudolenti

Detto questo, secondo Ackman, questi “attori fraudolenti” possono essere fermati con l’aiuto dei leader del settore che esercitano un’adeguata supervisione:

Poiché gli attori fraudolenti aumentano notevolmente il rischio di un intervento normativo, che ridurrà i potenziali benefici della criptovaluta per generazioni, tutti i partecipanti legittimi all’ecosistema crittografico dovrebbero essere fortemente motivati ​​a scoprirli ed eliminarli.

Inoltre, l’investitore ha affermato che dopo essere stato inizialmente un “cripto scettico”, ora crede che abbia “il potenziale per avvantaggiare notevolmente la società e far crescere l’economia globale”, ha affermato, aggiungendo:

“Sebbene inizialmente fossi scettico nei confronti delle criptovalute, da allora sono arrivato a credere che possano aiutare a creare attività e tecnologie utili che prima erano impossibili da sviluppare”.

Per far avanzare un progetto, ha continuato, “la capacità di emettere un token per incentivare i partecipanti a un’impresa è una potente leva”. Per far progredire la tecnologia, ha continuato Ackman, sarebbero essenziali “una regolamentazione e una supervisione ragionevoli”.

Entra nel gruppo Cripto: nuovi lanci, token, news, rimani sempre aggiornato

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli:


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Il recente crollo di FTX e il tweet del gestore di hedge fund sono correlati. Secondo quanto riferito, Ackman ha twittato un encomio per Sam Bankman-Fried, l’ex CEO di FTX, per essersi assunto la responsabilità dei suoi errori, ma in seguito ha rimosso il tweet.