Genesis Trading si unisce all’elenco di istituti di credito che hanno congelato i prelievi: vediamo cos’è successo e cosa c’entra FTX.

Il prestatore di criptovalute Genesis Trading si è unito alla lista dei finanziatori centralizzati che hanno messo in pausa i prelievi. Sulla scia del crollo dell’exchange FTX e del suo impero di attività correlate, il disastro prosegue.
genesis
Adobe Stock
Digital Currency Group ha incolpato la “perdita di fiducia nel settore causata dall’implosione di FTX“. Tuttavia ha affermato che le altre attività non sono state interessate. Vediamo bene cosa sta succedendo.

Genesis Trading interrompe i prelievi: la correlazione con FTX

Anche altri istituti di credito come SALT e BlockFi hanno congelato i prelievi all’inizio di questa settimana. Sembra quindi che un’altra ondata di vittime stia colpendo le società di prestito sopravvissute alla precedente ondata di fallimenti. Ci riferiamo ovviamente al crollo dell’ecosistema Terra (LUNA) e dell’hedge fund Three Arrows Capital (3AC).
Il 16 novembre in una discussione su Twitter, la società ha incolpato una stretta di liquidità che è iniziata dopo la vicenda 3AC. La questione si è riavviata con un tumulto del mercato senza precedenti,causato dal crollo del secondo più grande exchange globale di criptovalute, FTX, e la sua consociata, la società commerciale Alameda Research“.Genesis su Twitter ha scritto:

La nostra priorità n.1 è servire i nostri clienti e preservare i loro beni. Pertanto, in consultazione con i nostri consulenti finanziari e consulenti professionali, abbiamo preso la difficile decisione di sospendere temporaneamente i rimborsi e le nuove originazioni di prestiti nel settore dei prestiti”.

La società sta esaminando “tutte le possibili opzioni” incluso “l’approvvigionamento di nuova liquidità“.

Altre attività non interessate

Ma Genesis ha sottolineato che la sua attività di negoziazione di spot e derivati e la sua attività di custodia “rimangono pienamente operative”. Ha aggiunto:

Vorremmo sottolineare che Genesis Global Trading, il nostro broker / rivenditore che detiene il nostro BitLicense, è in grado di capitalizzare e gestire in modo indipendente — e separato da tutte le altre entità Genesis”.

Separatamente, il gruppo di valute digitali Genesis (DCG) ha twittato questa mattina di aver preso “la difficile decisione di sospendere temporaneamente i rimborsi e le nuove originazioni di prestiti … in risposta all’estrema dislocazione del mercato e alla perdita di fiducia del settore causata dall’implosione di FTX”.

La scorsa settimana, Genesis ha rivelato che la sua attività di derivati aveva bloccato $175 milioni nelle procedure fallimentari di FTX, dicendo su Twitter che il suo capitale operativo “e le posizioni nette in FTX non sono rilevanti per la nostra attività” e “non hanno impedito il pieno funzionamento del nostro franchising commerciale”.

Il giorno dopo DCG ha dichiarato a Bloomberg l’intenzione di affidare $140 milioni di contanti alla sua intermediazione Genesis per rafforzare il suo bilancio.

È importante sottolineare che questa azione temporanea non ha alcun impatto sulle operazioni commerciali di DCG e delle nostre altre consociate interamente controllate” ha aggiunto DCG nel suo tweet.

Tra queste figurano Grayscale Investments, che gestisce il Grayscale Bitcoin Trust, e il cripto media outlet CoinDesk.

Entra nel gruppo Cripto: nuovi lanci, token, news, rimani sempre aggiornato

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli:


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo