È probabile che chiunque abbia lavorato con le criptovalute per un lungo periodo di tempo abbia familiarità con il termine “hard cap”. Di solito si riferisce a un limite alla quantità di token che un progetto può emettere.

Chiunque sia stato in giro per le criptovalute per molto tempo ha probabilmente sentito il termine “hard cap”. Di solito si riferisce a un limite alla quantità di token che un progetto può emettere. Bitcoin, ad esempio, ha un massimo di 21 milioni di monete. Non è possibile creare nuove monete una volta che tutte queste monete sono entrate in circolazione. La scarsità di BTC determinerà il suo prezzo in futuro.

hard cap soft
Adobe Stock

Tuttavia, il termine “hard cap” non è utilizzato solo nel contesto dell’offerta di circolazione. Può anche fare riferimento all’economia di una campagna di raccolta fondi ICO, IEO, IDO o qualsiasi altro tipo di criptovaluta. Ha anche una controparte in questo contesto chiamata “soft cap”. Continua mentre discutiamo entrambi questi principi, come funzionano e i loro vantaggi e svantaggi.

Che cos’è un hard cap nel mondo delle criptovalute

Un hard cap è l’importo massimo di dollari che un progetto spera di raccogliere attraverso la vendita dei suoi token durante un ICO, IDO, IEO o qualsiasi altro tipo di raccolta fondi crittografica.

Nessun token aggiuntivo sarà disponibile per l’acquisto una volta raggiunto il limite massimo. I progetti selezionano un importo hard cap a seconda delle spese di sviluppo e di altri requisiti.

Che cos’è esattamente un soft cap

Un soft cap è la quantità di finanziamento che un progetto spera di raccogliere attraverso il suo ICO, IDO o IEO. Poiché non è rigorosamente applicato, è essenzialmente teorico.

Alcuni sviluppatori si accontenteranno dei finanziamenti che ricevono, anche se non sono all’altezza del soft cap. In molte situazioni, tuttavia, se il progetto non riesce a raggiungere il soft cap, il team lo lascerà e rimborserà i fondi agli investitori.

I vantaggi e gli svantaggi dell’utilizzo di hard cap e soft cap

Il team di sviluppo fornirà spesso una giustificazione per il limite massimo/difficile che ha impostato. Queste spiegazioni forniscono agli investitori una buona conoscenza dell’esperienza del team e approfondimenti su ciò che sperano di ottenere con il denaro.

Se il team stabilisce un limite molto alto o basso, o se ne fa a meno, questo potrebbe essere una bandiera rossa e giustificare ulteriori indagini sul progetto. È anche una bandiera rossa se il progetto non riesce a raggiungere il suo soft cap, indicando che gli investitori non credono nel potenziale futuro della piattaforma.

Un ICO limitato promuove anche la scarsità, che aumenta il valore del token, risultando in una situazione vantaggiosa per tutti sia per gli sviluppatori che per gli investitori. Senza un limite, verrà emesso un numero enorme di token e gli investitori potrebbero essere indotti a vendere una parte delle loro azioni troppo presto.

Alcuni punti da attenzionare

Ciò potrebbe ridurre il valore della criptovalute e ritardare l’avanzamento del progetto. Un berretto può anche scoraggiare le balene. Limiterà le monete disponibili e assicurerà che solo pochi investitori finiscano con un gran numero di token.

Brave è un ottimo esempio di un progetto crittografico che ha utilizzato un ICO limitato per emettere la sua valuta. Il browser blockchain ha stabilito un hard cap di $ 35 milioni, che ha raggiunto in meno di mezzo secondo. Quando questo importo è stato raggiunto, l’ICO è stato chiuso e gli sviluppatori hanno iniziato a lavorare con i soldi che avevano raccolto.

Entra nel gruppo Cripto: nuovi lanci, token, news, rimani sempre aggiornato

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli:


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Tuttavia, ci sono alcuni inconvenienti in un ICO limitato. Se il limite del progetto è impostato su un valore troppo basso, il team di sviluppo potrebbe ricevere meno finanziamenti del necessario. In questo caso, sarebbero necessari ulteriori round di finanziamento per raccogliere i fondi necessari per completare il progetto.