A seguito della controversia e delle conseguenze di FTX, sembra che più investitori stiano optando per l’autocustodia dei propri fondi BTC.

Con circa 3 miliardi di dollari in Bitcoin ritirati dagli exchange negli ultimi sette giorni, gli investitori stanno ritirando contanti a un tasso che non si vedeva da aprile 2021.

bitcoin riserve exchange
Adobe Stock

Secondo le nuove statistiche della società di analisi on-chain Glassnode, il numero di portafogli che accettano BTC da indirizzi di exchange ha raggiunto circa 90.000 il 9 novembre.

Gli utenti di Exchange riscoprono l’autocustodia delle criptovalute

Le preoccupazioni per la sicurezza dei fondi sono cresciute a causa del continuo sconvolgimento che circonda il fallimento della principale borsa valori FTX.

I commentatori hanno aumentato le loro raccomandazioni per evitare i portafogli di custodia e assumere il controllo delle criptovalute, e le autorità di regolamentazione stanno aumentando il monitoraggio del business delle criptovalute.

Secondo i dati on-chain, un gran numero di hodler ha scelto portafogli non di custodia nell’ultima settimana. Il numero di indirizzi di prelievo è aumentato drasticamente il 9 novembre, superando i massimi giornalieri sia di maggio che di giugno di quest’anno, quando l’ultima azione sui prezzi di BTC ha visto una forte pressione negativa.

Gli indirizzi di prelievo hanno raggiunto oltre 70.000 il 12 novembre, l’ultimo giorno per il quale sono disponibili i dati. Nei sette giorni terminati il ​​13 novembre, gli stessi dati di Glassnode mostrano una media oraria di oltre 3.000 indirizzi di prelievo.

Le riserve di BTC potrebbero non mostrare la storia completa

Le cifre corrispondono a quelle che sembrano essere le riserve di BTC in rapida diminuzione sulle principali piattaforme di trading.

Sebbene il tasso di perdita significhi che l’esatto conteggio del saldo è attualmente difficile da stabilire, i dati di un’altra risorsa di analisi a catena CryptoQuant mostrano che le riserve di cambio complessive sono ai minimi da febbraio 2018.

CryptoQuant monitora 38 exchange, compresi quelli con problemi finanziari riconosciuti come FTX e Kucoin. Un’altra cifra, questa volta da Coinglass, prevedeva 177.000 BTC in prelievi settimanali fino al 13 novembre, un valore di quasi 3 miliardi di dollari USA al prezzo di oggi. Tuttavia, l’analista senior di Glassnode Checkmate ha individuato tre exchange per avere letture del saldo Bitcoin “particolarmente strane”: Huobi, Gate.io e Crypto.com.

Ha concluso un post specifico sull’argomento dicendo: “I saldi di cambio sono stimati meglio in base al clustering del portafoglio”. È più probabile che siano una sottovalutazione che una sopravvalutazione”.

“Sia i veri consumatori che FTX/Alameda sono rappresentati in questi trasferimenti di fondi tra gli exchange”. “È difficile da distinguere, quindi sembra relativo all’equilibrio”, ha continuato.

In termini di come si svilupperebbe lo scenario attuale, Michaal van de Poppe, fondatore e CEO di trading business Eight, ha indicato che il peggio probabilmente non era ancora passato.

“Avremo sicuramente più problemi con gli exchange nelle prossime settimane, ma anche un sacco di pettegolezzi”, ha avvertito i follower di Twitter durante il fine settimana.

“Stai al sicuro, mantieni la calma ed evita di prendere decisioni emotive”. Siamo in un territorio pericoloso, ma le criptovalute torneranno più forti di prima”.

Entra nel gruppo Cripto: nuovi lanci, token, news, rimani sempre aggiornato

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli:


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Al momento della scrittura, BTC/USD viene scambiato intorno al livello dei 16.500 dolalri, secondo i dati di TradingView.