Binance US e Coinbase sono tra gli offerenti del programma di carte di credito BlockFi e dei relativi clienti, mentre la concorrenza fintech più piccola Curve è anche interessata ai circa 87.500 account BlockFi.

BlockFi ha vietato i prelievi giovedì 12 novembre, adducendo una “mancanza di chiarezza” sull’evoluzione della situazione presso FTX e Alameda Research, che ora hanno avviato una procedura fallimentare.

blockfi binance coinbase
Adobe Stock

Diversi utenti di Twitter hanno riferito che le loro schede BlockFi hanno cessato di funzionare nelle ultime 24 ore.

Pare che BlockFi abbia un buco di 800 milioni di dollari nel suo bilancio e non si pensa che sia coinvolto in modo significativo nelle trattative per l’acquisto delle risorse delle sue carte.

Secondo una fonte vicina alla situazione, è previsto un accordo entro 72 ore, aggiungendo che la maggior parte delle trattative in corso sulla vendita degli asset delle carte BlockFi sono svolte dalla società di servizi fintech Deserve, che gestisce il programma BlockFi. La banca emittente è Evolve Bank & Trust of Florida.

Fintech “tradizionale” vs. exchange centralizzati

Un rappresentante di Curve negli Stati Uniti ha affermato che se Curve fosse riuscita a proteggere la base di clienti, l’azienda prevedeva di continuare a fornire incentivi crittografici, la caratteristica distintiva della carta BlockFi. Il sito Web di Curve elenca dieci monete per le quali fornisce premi crittografici.

In una dichiarazione inviata via e-mail, hanno affermato: “Ciò che distingue la nostra offerta è che Curve non è un exchange centralizzato e non ha intenzione di diventarlo”. Offriamo una carta di credito con premi in criptovaluta e guadagniamo denaro da scambi e interessi. Non stiamo tentando di convertire i clienti delle carte di credito in clienti di exchange di criptovalute”.

“In effetti, alla luce di ciò a cui tutti abbiamo assistito questa settimana, esorteremo attivamente i nostri consumatori ad auto-custodire i propri incentivi”. Vogliamo che gli utenti guadagnino i loro incentivi in ​​criptovaluta e poi li trasferiscano direttamente nei loro portafogli personali”.

Entra nel gruppo Cripto: nuovi lanci, token, news, rimani sempre aggiornato

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli:


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Quest’anno è stato pieno di sfide per BlockFi. La società ha sofferto più della maggior parte durante il crollo di Three Arrows Capital e i successivi crolli dei rivali di prestito Celsius e Voyager. Situazioni che hanno danneggiato la fiducia nel settore dei prestiti crittografici e causato un calo delle entrate mensili di BlockFi. Entrate che sono passate da circa 48 milioni di dollari all’inizio di quest’anno a soli 15 milioni di dollari entro agosto.