Vitalik Buterin – il famoso inventore di Ethereum – senza filtri sulla questione Putin, Russia e guerra in Ucraina: ecco cos’ha detto.

La guerra è una questione personale per Buterin, che ha origini sia russe che ucraine. È nato fuori Mosca nel 1994 da genitori informatici, Dmitry Buterin e Natalia Ameline, pochi anni dopo la caduta dell’Unione Sovietica. I sistemi monetari e sociali erano crollati. I genitori di sua madre hanno perso i risparmi di una vita a causa dell’aumento dell’inflazione.

Crescendo in URSS, non mi rendevo conto che la maggior parte delle cose che mi era stato detto a scuola, come il comunismo, erano tutte propaganda“, spiega Dmitry. “Quindi volevo che Vitalik mettesse in discussione paradigmi e false credenze. Quindi è cresciuto in modo molto indipendente come pensatore“.

vitalik buterin putin
Criptomercato.it

La famiglia inizialmente viveva in un dormitorio universitario con bagno in comune. Non c’erano pannolini usa e getta disponibili, quindi i suoi genitori lo lavavano a mano. Vitalik è cresciuto con una mente turbolenta e brulicante. Dmitry dice che ha imparato a leggere molto presto, ma è stato lento a formulare frasi di senso compiuto rispetto ai suoi coetanei. “Poiché la sua mente andava così veloce“, ricorda Dmitry, “in realtà è stato difficile per lui esprimersi verbalmente per un po’ di tempo“.

Vitalik Buterin: un genio dei nostri tempi

A 4 anni Vitalik ha ereditato il vecchio computer IBM dei suoi genitori e ha iniziato a giocare con i fogli di calcolo Excel. Tre anni più tardi poteva recitare più di cento cifre del pi greco e risolvere equazioni matematiche per passare il tempo. A 12 anni programmava in Microsoft Office Suite.

L’isolamento del bambino precoce dai suoi coetanei si è compiuto definitivamente con il trasferimento a Toronto nel 2000. Lo stesso anno in cui Putin fu eletto per la prima volta. Suo padre definisce l’educazione canadese di Vitalik “fortunata e ingenua“. Lo stesso Vitalik usa le parole “solo e disconnesso“.

Nel 2011 Dmitry ha introdotto Vitalik in Bitcoin, che era stato creato sulla scia della crisi finanziaria del 2008. Dopo aver assistito al crollo dei sistemi finanziari sia in Russia che negli Stati Uniti, Dmitry era incuriosito dall’idea di una fonte di denaro globale alternativa che non fosse controllata dalle autorità.

Vitalik iniziò presto a scrivere articoli esplorando la nuova tecnologia per la rivista Bitcoin Weekly, per la quale guadagnava 5 bitcoin a pezzo. Allora valevano circa $4; oggi varrebbero circa $200.000.

Vitalik Buterin contro Putin

Tre giorni dopo l’ETHDenver, l’attenzione di Buterin si rivolge alla regione in cui è nato. Durante la guerra lanciata dal presidente russo Vladimir Putin, la criptovaluta è diventata uno strumento di resistenza per l’Ucraina.

Più di 100 milioni di dollari in criptovalute sono stati raccolti nelle prime tre settimane dell’invasione per il governo ucraino e le ONG. La criptovaluta ha anche fornito un’ancora di salvezza per alcuni ucraini in fuga, le cui banche sono inaccessibili. Allo stesso tempo, le autorità di regolamentazione temono che venga utilizzato dagli oligarchi russi per eludere le sanzioni.

Entra nel gruppo Cripto: nuovi lanci, token, news, rimani sempre aggiornato

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli:


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Anche Vitalik Buterin è entrato in azione: ha stanziato centinaia di migliaia di dollari in sovvenzioni per i soccorsi e criticato pubblicamente la decisione di Putin di invadere l’Ucraina. “Un aspetto positivo della situazione nelle ultime tre settimane è che ha ricordato a molte persone che in definitiva l’obiettivo delle criptovalute non è giocare con immagini di scimmie da un milione di dollari.