Anche se Elon Musk precedentemente affermato che Twitter dovrebbe essere “politicamente neutrale,” Musk esorta i suoi seguaci di Twitter a votare repubblicano nelle elezioni midterm negli Stati Uniti.

In queste ore Elon Musk, CEO di Tesla e nuovo proprietario di Twitter, ha esortato i suoi 114 milioni di follower sulla piattaforma social a votare per un Congresso guidato dai repubblicani.

elon musk elezioni usa repubblicani
Criptomercato.it

Musk ha criticato l’amministrazione Biden e i Democratici per i loro piani per tassare i milionari. Oltre che fornire ulteriori agevolazioni fiscali per i veicoli elettrici realizzati dai sindacati. Gli stabilimenti di produzione americani di Tesla non sono ancora sindacalizzati.

“Agli elettori favorevoli all’indipendenza: Dato che la presidenza è democratica, consiglio di votare per un Congresso repubblicano per frenare i peggiori eccessi di entrambi i partiti.”

7 novembre 2022 — Elon Musk (@elonmusk)

Elon Musk sostiene i Repubblicani nelle elezioni midterm USA

Ci si aspetta che i repubblicani ottengano la maggioranza alla Camera dei Rappresentanti nelle elezioni di martedì. Mentre il Senato è considerato un rifiuto da parte di esperti elettorali neutrali.

Potrebbero usare la maggioranza in entrambe le camere per ostacolare gli sforzi legislativi di Biden e avviare indagini controverse sulla sua famiglia e sull’amministrazione.

Musk ha continuato dicendo:

“Poiché i democratici e i repubblicani intransigenti non votano mai per il partito opposto, gli elettori indipendenti sono quelli che decidono effettivamente chi comanda!”

Musk in seguito ha chiarito che la sua precedente affiliazione al partito era Indipendente, con un record di voti interamente democratico fino a quest’anno.

L’8 novembre, gli Stati Uniti voteranno in una delle elezioni del Senato e della Camera più competitive della storia.

Una chiaata per gli elettori indipendenti

“Democratici o repubblicani non votano mai per l’altra parte, quindi gli elettori indipendenti sono quelli che decidono effettivamente chi comanda!” il miliardario ha aggiunto in un tweet di follow-up. ”

Musk ha dichiarato ad aprile che per mantenere la fiducia del pubblico, la piattaforma deve essere politicamente neutrale. Tuttavia, negli ultimi giorni, Musk ha risposto favorevolmente a numerose figure di spicco dei media conservatori su Twitter. Tra questi la rappresentante progressista Alexandria Ocasio-Cortez, D-N.Y. Un Congresso controllato dai repubblicani e un presidente democratico apporterebbero grandi cambiamenti alle piattaforme tecnologiche con meno probabilità di diventare legge.

Un numero significativo di repubblicani si è unito ai democratici nel lavorare per limitare il potere delle più grandi aziende tecnologiche. Ma altri rimangono scettici e preferiscono concentrarsi su questioni di moderazione dei contenuti e presunta censura dei punti di vista conservatori. L’approccio dei democratici alle questioni relative alla moderazione dei contenuti è in gran parte in contrasto con quello dei repubblicani, rendendo difficile l’approvazione di una legislazione sull’argomento in un Congresso partigiano.

Donazioni e sostegno

Secondo i registri della Commissione elettorale federale, Musk ha partecipato al ritiro di raccolta fondi del leader della minoranza della Camera Kevin McCarthy ad agosto e ha donato oltre $ 100.000 a gruppi guidati dai repubblicani durante le elezioni di medio termine del 2018.

Entra nel gruppo Cripto: nuovi lanci, token, news, rimani sempre aggiornato

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli:


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Il CEO si è anche scontrato con la Casa Bianca di Biden mentre il presidente spinge per la riforma delle infrastrutture e tenta di convincere le case automobilistiche a diventare ecologiche. Musk ha accusato il presidente Joe Biden in uno scambio di e-mail con la CNBC a febbraio di aver ignorato la sua azienda di veicoli elettrici. Si sarebbe così mostrato a favore di prestare maggiore attenzione alle case automobilistiche legacy.