Il CEO di Coinbase Brian Armstrong fa una previsione sull’adozione di criptovalute: afferma che Bitcoin (BTC) diventerà il nuovo oro.

Il CEO di Coinbase Brian Armstrong prevede una tempistica per l’adozione globale delle criptovalute, affermando che il settore è ancora agli albori.

coinbase oro
Criptomercato.it

In un nuovo episodio del podcast Around the Block di Coinbase, Armstrong ha detto alcune cose molto interessanti. Il CEO afferma che la capitalizzazione di mercato di Bitcoin non è ancora abbastanza grande da consentire a BTC di agire come una seria risorsa di fuga verso la sicurezza. Questa è infatti la speranza che alcuni dei suoi sostenitori avevano previsto. Vediamo cos’ha detto.

Il CEO di Coinbase non ha dubbi: “Bitcoin è il nuovo oro”

Armstrong afferma che Bitcoin riuscirà a svolgere il ruolo di “nuovo oro” entro il prossimo decennio.

In genere nei macro ambienti verso il basso, vediamo che c’è una fuga verso la sicurezza. Nell’economia tradizionale, parliamo di oro, merci, cose del genere. Ma penso che quello che abbiamo capito in questa recessione è che la criptoeconomia non è solo una percentuale abbastanza significativa dell’economia globale, l’economia in generale ancora, per essere effettivamente trattata come quell’oro digitale, nel senso che le persone percepiscono una certa sicurezza nei confronti di Bitcoin.

Nei prossimi cinque o dieci anni – mentre l’economia cripto avrà una percentuale maggiore del PIL globale – le persone penseranno effettivamente a Bitcoin come una sorta di “nuovo oro”. Francamente, lo ammetto, ho sopravvalutato le possibilità che Bitcoin potesse fungere da copertura dall’inflazione in questo ambiente macro. Ho pensato che potrebbe effettivamente attirare più attenzione su Bitcoin in questo tipo di ambiente, ma sembra che siamo un po’ troppo presto“.

Armstrong afferma che le criptovalute potrebbero seguire la stessa traiettoria della curva di adozione dell’e-commerce.

È un ottimo promemoria del fatto che, anche 10 anni fa, quando ho avviato Coinbase, pensavo fosse molto presto. Ma anche oggi, è ancora molto presto.

Ci vorranno decenni prima che l’ambiente macro globale inizi a pensare all’economia delle criptovalute come la cosa principale, e abbiamo visto qualcosa di simile accadere con l’e-commerce 20 anni fa, quando iniziò per la prima volta nel 1999-2000. La gente lo trattava come un baraccone, dicevano ‘Ah, non metterei mai la mia carta di credito in un sito web. Potrebbe essere rubato o qualcosa del genere.’ Ed eccoci qui 20 anni dopo e l’e-commerce rappresenta il 15-20% del PIL globale.

Entra nel gruppo Cripto: nuovi lanci, token, news, rimani sempre aggiornato

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli:


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Quindi penso che la criptoeconomia seguirà una traiettoria simile. Significa solo che probabilmente abbiamo altri cinque o dieci anni per andare nella giusta direzione.