Il PIL del Regno Unito è diminuito inaspettatamente dello 0,3%. Secondo le stime mensili dell’Office of National Statistics, la variazione MoM ad agosto è stata del -0,3%.

Si prevede che il PIL cambierà dello 0% MoM. Cresce il timore di una recessione economica poiché il PIL è arrivato peggio del previsto. Il PIL inglese era aumentato dello 0,1% nel mese di luglio.

inghilterra recessione
Adobe Stock

Insieme a una performance negativa dell’1,6% nella produzione, c’è stato un calo dell’1,8% nella produzione. Queste cifre tuttavia non possono che alimentare senza dubbio i timori di un rallentamento economico.

Perché i dati sul PIL del Regno Unito sono importanti

Lo stato dell’economia mondiale in questo momento è incredibilmente precario. Per ridurre il tasso di inflazione nell’economia, le banche centrali delle principali economie hanno aumentato i tassi di interesse e inasprito le condizioni finanziarie. Ad esempio, la Federal Reserve statunitense ha aumentato i tassi di interesse di 75 punti base (bps) insolitamente elevati quattro volte di seguito. Molto probabile anche un quinto aumento di 75 punti base.

Allo stesso modo, la Banca d’Inghilterra ha aumentato i tassi di interesse per ridurre l’inflazione.

La posizione aggressiva delle banche centrali, tuttavia, ha messo in pericolo la stabilità del sistema finanziario mondiale. Secondo la Banca Mondiale, una grave recessione potrebbe colpire l’economia mondiale nel 2023. Allo stesso modo, l’ONU ha consigliato alle banche centrali di cambiare rotta. Le principali aziende come FedEx hanno emesso avvertimenti che il rallentamento della domanda è peggiorato.

Esistono altri significativi effetti negativi della politica monetaria restrittiva. Elon Musk, l’uomo più ricco del mondo, afferma che la visione da falco della Fed si tradurrà in deflazione. Il punto di vista di Musk è supportato in una lettera aperta alla Fed da Cathie Wood di Ark Invests.

Il presidente della Fed del Minnesota, Neel Kashkari, ha riconosciuto che lo stato attuale dell’economia assomiglia alla stagflazione.

Recessione in arrivo?

L’economia statunitense ha già sperimentato due trimestri consecutivi di crescita in calo. Tecnicamente parlando, questa è una recessione. L’amministrazione statunitense ha, tuttavia, escluso la possibilità di una recessione.