All’inizio di questo mese, i pubblici ministeri sudcoreani hanno annunciato che se il fondatore di Terra Do Kwon non si fosse presentato, avrebbero invalidato il loro passaporto.

La scadenza per lo stesso è stata fissata al 19 ottobre della prossima settimana. Nota che Do Kwon è attualmente sotto avviso rosso dall’interpol e ci sono ancora informazioni su dove si trova. I pubblici ministeri sudcoreani hanno cercato Do Kwon per indagare sull’implosione da 60 miliardi di dollari dell’ecosistema Terra. a maggio 2022.

corea do kwon
Criptomercato.it

Il crollo dell’ecosistema Terra ha portato a diversi fallimenti e default nello spazio crittografico nei mesi successivi. Sebbene Do Kwon abbia dichiarato che avrebbe collaborato con le agenzie investigative, non si è presentato nonostante le numerose richieste.

Quindi, dopo la scadenza del 19 ottobre, i pm sudcoreani hanno deciso di revocargli il passaporto. Potresti diventare un residente illegale ed essere soggetto a espulsione se il passaporto viene invalidato.

La Corea del Sud revoca il passaporto a Do Kwon, come promesso

L’ufficio del procuratore del distretto meridionale di Seoul e il ministero degli Affari esteri sudcoreano hanno entrambi annunciato oggi, 10 ottobre, di aver già chiesto a Do Kwon di restituire il suo passaporto la scorsa settimana, il 5 ottobre. Secondo l’articolo 13 del Passport Act, la validità del passaporto scade se non viene restituito entro 14 giorni dall’annuncio. Do Kwon sarà conseguentemente soggetto all’espulsione dopo il 19 ottobre in quanto residente non autorizzato della zona.

Do Kwon si difende dalle accuse

Il fondatore di Terra, Do Kwon, ha confutato le accuse mosse contro di lui e ne afferma la sua innocenza. Il fondatore di Terra ha affermato in un recente tweet che i governi hanno utilizzato la criptovaluta come arma politica contro i cittadini.

I pubblici ministeri hanno congelato le partecipazioni in Bitcoin di Terraforms Lab nelle ultime due settimane e le hanno trasferite agli scambi di criptovaluta OKX e KuCoin. Tuttavia, Do Kwon ha affermato di non possedere i soldi congelati.

Oltre ai procedimenti contro Do Kwon, l’indagine dei pubblici ministeri sudcoreani è stata molto più ampia. Stavano cercando altre cinque persone e collaboratori che vivevano vicino a Kwon. Il capo dei Terraform Labs, Yoo Mo, ha dovuto essere arrestato, secondo i pubblici ministeri, in modo da poter condurre ulteriori indagini. Tuttavia, il tribunale ha negato il mandato, affermando che era “difficile vedere che un arresto fosse necessario o plausibile”.