I famosi Exchange di criptovalute eToro e Crypto.com hanno dichiarato che supporteranno il burn delle fee dell’1,2% per Terra Classic (LUNC) e USTC per le transazioni on chain sulla rete Terra Classic.

Mentre Crypto.com ha annunciato di supportare il burn delle fee per le attività on-chain, eToro sembra voler offrire anche un burn delle fee per le attività off-chain, così come per le attività on-chain. Questa novità, che segue le grandi pressioni della community di Terra Classic, potrebbe essere il primo di una lunga serie di importanti cambiamenti che potranno impattare il token ormai senza utilità LUNC

terra classic lunc
Adobe Stock

Il burn delle fee dell’1,2% è stata approvata dalla maggioranza della comunità di Terra Classic che aveva votato la proposal. In effetti, la decisione del burn è stata implementata con successo all’altezza del blocco di 9.475.200 il 21 settembre alle 06:20 UTC.

eToro e Crypto.com implementano il Tax Burn per Terra Classic (LUNC) e TerraUSD Classic (USTC)

Il burn delle fee dell’1,2% per Terra Classic (LUNC) e USTC delle transazione sulla rete Terra Classic sarà supportato dall’exchange di criptovalute, secondo un annuncio fatto da eToro sul proprio sito web il 20 settembre. Secondo eToro, i burn di i token avranno un impatto sui costi operativi relativi a tutte le offerte di LUNC.

Oltre alla commissione standard dell’1% applicabile durante l’acquisto o la vendita di criptovaluta su eToro, verrà aggiunta una commissione operativa dello 0,6% dall’exchange per fare offerte e richiedere prezzi in LUNC. Si suggerisce che la conversione in criptovaluta implementi l’uso della valuta sia per attività on-chain (depositi e acconti) che off-chain (acquisto e vendita).

La community di Terra Classic richiede che tutti gli scambi di criptovaluta implementino la tassa dell’1,2% su tutte le attività off-chain. Il sistema di tassazione e riscossione continua fino a quando LUNC non raggiunge una dotazione fissa di $ 10 milioni. Quando la fornitura fissa raggiunge i 10 milioni, la possibilità di consumare denaro viene disabilitata.

Nel frattempo, Crypto.com supporta l’aliquota del burn delle fee dell’1,2% per Terra Classic (LUNC). Tuttavia, il passaggio alla nuova modalità impedirà alle persone di utilizzare denaro fiat per qualcosa di diverso dalle attività sequenziali come depositi e prelievi.

Il saldo del conto viene accreditato sul conto durante i depositi dopo una detrazione delle fee dell’1,2% dalla rete. Allo stesso modo, i prelievi saranno soggetti all’aggiunta della commissione di prelievi, oltre alla detrazione in quesitone dell’1,2% della rete.

“Sospenderemo temporaneamente i depositi e i prelievi di token durante gli aggiornamenti della rete al fine di garantire la sicurezza dei fondi degli utenti sia durante che dopo l’aggiornamento. Il trading del token LUNC non sarà influenzato”.

Altri exchange di criptovalute che supportano la dichiarazione dei redditi includono Binance, KuCoin, Kraken, Huobi, Gate.io, MEXC Global CoinInn, BTCEX e LBank.

Di recente, Binance ha annunciato che il management avrebbe deciso in seguito se implementare il burn delle fee dell’1,2% per le attività off-chain. Attualmente, la modifica rallenterà il consumo di token Terra Classic (LUNC) per attività sequenziali.

L’impatto sul prezzo di LUNC quando sarà attiva l’esenzione fiscale dell’1,2%.

Il taglio delle tasse dell’1,2% è stato implementato con successo al culmine del blocco 9.475.200 il 21 settembre alle 06:20 UTC. Tuttavia, il prezzo di Terra Classic (LUNC) è diminuito di quasi il 6% da quando la proposta è stata resa pubblica. Il prezzo è attualmente cambiato a $ 0,00028.

Inoltre, la community ha perforato 632,49 milioni di token fino ad oggi e ha distrutto quasi 4,1 milioni di LUNC.

Entra nel gruppo Cripto: nuovi lanci, token, news, rimani sempre aggiornato

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli:


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

La comunità sta attualmente lavorando per raggiungere nuovamente l’obiettivo di prezzo di 0,0005 dollari perché molte banche stanno subendo un controllo fiscale attivo.